Cerca

I tedeschi: Italiani tutti Schettino

Dall'edizione on line del settimanale Der Spiegel arriva un attacco razzista all'Italia. "Gli italiani una massa di tanti piccoli Schettino"

I tedeschi: Italiani tutti Schettino

Un attacco razzista e ignobile verso il nostro Paese arriva dalla Germania. Precisamente da Jan Fleischhauer, uno dei columnist di Spiegel online 1, l'edizione on line del settimanale tedesco. "Mano sul cuore, ma vi sorprendete che il capitano fosse un italiano? Vi potete immaginare che manovre del genere e poi l'abbandono della nave vengano decise da un capitano tedesco o britannico?" si chiede non troppo ironicamente il giornalista tedesco. Fleischhauer continua nel suo delirio ariano: "Conosciamo tipi del genere dalle vacanze al mare, maschi bravi con grandi gesti, capaci di parlare con le dita e con le mani, in principio gente incapace di fare del male, ma bisognerebbe tenerli lontani da macchinari pesanti e sensibili, come si vede. 'Bella figura', è lo sport popolare di massa italiano, cioè impressionare gli altri, anche Schettino voleva fare bella figura, purtroppo ha trovato uno scoglio sulla sua strada". Il giornalista è ben consapevole che il suo articolo sia pieno di frasi basate su stereotipi e luoghi comuni ma non si ferma e continua: "non è chiaro in che misura gli italiani siano una razza". "Il carattere nazionale - continua Fleischhauer - è qualcosa di simile alla differenza di comportamento provocata dalla differenza tra i due sessi. Le nazioni sono diverse, per motivi climatici, e anche le lingue hanno il loro ruolo". Per il giornalista non ci sono dubbi, la crisi europea è da addittare alla nazionalità non ai programmi politici degli Stati europei. Italia in Primis. "Quel che può succedere quando per motivi politici si ignora la psicologia dei popoli, ce lo mostra la crisi della valuta."

Dimenticanze - Il giornalista tedesco dimentica però che tra le cause principali della crisi economica in Europa c'è anche la Germania. Se la Merkel non avesse ritardato gli aiuti alla Grecia, agli inizi della crisi, forse a quest'ora non ci troveremmo in questa situazione. Inoltre la cancelliera tedesca si è sempre impuntata per non aumentare il fondo salva stati che aiuterebbe i Paesi dell'eurozona ad uscire da questa crisi sistematica. L'autore dell'articolo si scorda anche che la Germania sforò insieme alla Francia il patto di stabilità del 2003. E andando ancora più indietro ci si chiede cosa sarebbe ora la Germania senza gli aiuti economici del piano Marshall dopo la Seconda Guerra Mondiale.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • robertogaspari

    30 Gennaio 2012 - 09:09

    Italiani tutti Schettino........ Quando in Italia avevavamo la DEMOCRAZIA circa 2000 anni fa....... Voi eravate popolati solo da BARBARI analfabeti, e solo grazie ad un Austriaco folle siete riusciti a farvi notare nel mondo lasciando sicuramente bei (ricordi) per voi. W l'Italia Roberto Gasapri

    Report

    Rispondi

  • titina

    27 Gennaio 2012 - 21:09

    noi SCHETTINO , voi la CULONA .

    Report

    Rispondi

  • valentina1407

    27 Gennaio 2012 - 20:08

    Germania. Tedeschi. La loro nazionalità funge da Carta di Identità. ancora oggi, dopo quasi 92 anni, il razzismo scorre nelle loro vene. E' vero, Schettino non è stato un buon esempio di coraggio e correttezza, non ha fatto altro che aumentare l'idea che gli italiani siano codardi e superficiali. Questo è stato scritto dal Der Spiegel. ora, però vorrei ricordare all'autore di tale articolo, che il passato non si dimentica. Non è la Germania che può giudicarci. non è stata L'Italia che ha massacrato 6 milioni di ebrei. essi hanno avuto coraggio?! molto. ammazzare a sangue freddo non è cosa semplice, ma hanno svolto magnificamente il loro compito. Infatti grazie alla RAZZA ARIANA, L'Europa è stata distrutta due volte. non riesco a credere che abbiano ancora il coraggio di parlare...!

    Report

    Rispondi

  • sbracu

    26 Gennaio 2012 - 23:11

    Direi al giornalista tedesco Jan Fleischhauer, uno dei columnist di Spiegel che ha identificato in maniera ignobile il popolo italiano a un solo soggetto, lo "sfortunato"comandante Schiettino. Paragonando pertanto negativamente un popolo, gli ITALIANI con un solo soggetto. Vorrei dire al signor Jan Fleischhauer che non conosce la storia italiana né LA SIGNORILITA' italiana, che nessun italiano ha mai identificato il popolo tedesco con Hitler pur essendo questi tedesco e avendo responsabilità più grosse di Schettino di cui è preferibile omettere ogni commento. Sarebbe imperdonabile altresì se gli italiani in maniera bieca facessero paragoni tra il popolo tedesco e gli Ufficiali delle S.S. che pur essendo tedeschi hanno compiuto genocidi e sono scappati in Sud America. Gli ITALIANI rispettano il popolo TEDESCO lo stesso rispetto, come si evince, risulta difficile al popolo tedesco nei confronti del POPOLO ITALIANO.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog