Cerca

Partorisce la terza femmina marito infuriato la strangola

Dramma nel nord dell'Afghanistan, la vittima è una donna di 30 anni. L'uomo si è poi dato alla fuga, illesa la neonata

Partorisce la terza femmina marito infuriato la strangola

Torturata e strangolata dal marito per aver dato alla luce la terza figlia femmina invece del tanto sospirato maschio. E’ la drammatica vicenda accaduta a Storay, giovane donna di 30 anni che abitava nel villaggio di Mohasili, nella provincia di Kunduz, nel remoto nord dell’Afghanistan. A riferirlo è stata la polizia locale, che ha arrestato la suocera della vittima, uccisa sabato. Il marito, invece, Sher Mohammed, appartenente ad una milizia locale, è riuscito a darsi alla macchia, complice la rete di protezione fornitagli dai compagni. Quanto alla piccola, che ha due mesi, è rimasta fortunatamente illesa. Il cadavere della donna presentava chiari segni di tortura: secondo la ricostruzione fatta da alcuni funzionari e riportata dalla Bbc, la suocera l’avrebbe legata mentre il marito la soffocava.

"E' uno dei peggiori casi di violenza che abbia mai visto, un crimine brutale commesso contro una donna innocente", ha commentato il capo del dipartimento Affari femminili della provincia di Kunduz. La violenza contro le donne è una delle piaghe più diffuse in Afghanistan: secondo la Commissione indipendente afghana per i diritti umani, nel secondo quarto del 2011 sono stati segnalati 1.026 casi di abusi, a fronte dei 2.700 dell’intero 2010.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • marcopensa

    02 Febbraio 2012 - 12:12

    Che parole ci possono essere per commentare una notizia tanto tragicamente grottesca. I fatti parlano da soli e sono già giudizio di condanna se è vero che l'Islam non è tutto questo è vero che una parte lo è.

    Report

    Rispondi

  • eureka.mi

    01 Febbraio 2012 - 17:05

    Questo denota l'intelligenza e cultura degli uomini di quei paesi che nel 2012 non sanno ancora che il sesso del nascituro è il padre a determinarlo. In questo caso è stato il padre ad essere incapace di creare un figlio maschio. Meno imposizioni e più istruzioni all'Islam. Donne, svegliatevi!!!!!!

    Report

    Rispondi

  • raucher

    31 Gennaio 2012 - 17:05

    dell'ex-Urss . Se vuoi mangiare mandi i figli e le figlie a scuola, altrimenti fai la fame. A mali estremi , rimedi estremi per estirpare l'analfabetismo e l'ignoranza imperanti in quel paese.

    Report

    Rispondi

  • ricfra42

    31 Gennaio 2012 - 15:03

    Spero che fra le decine di Organizzazioni umanitarie sparse per il mondo ve ne sia almeno una che spieghi a quei selvaggi di uomini che infestano quelle terre ,che il sesso del nascituro è indipendente dalla volontà della madre. Mi auguro che quell'insufficente mentale di uomo- non scrivo nè padre nè marito perchè mi fa ribrezzo attribuire un termine del genere a quell'individuo-- venga catturato e strangolato per fargli capire la sofferenza che ha procurato a quella infelicissima donna.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog