Cerca

I tedeschi amano la Merkel Crudelia su Grecia e Ue

Alla Cancelliera il 38% delle intenzioni di voto, 2% . A Berlino Monti ha un gradimento del 60% , Nicolas Sarkozy del 40%

I tedeschi amano la Merkel Crudelia su Grecia e Ue

Il pugno duro di Angela Merkel con i partner europei piace ai tedeschi, la cui fiducia nell’euro negli ultimi quattro mesi è risalita dal 41 al 53 per cento della popolazione. Lo segnala l’ultimo sondaggio dell’Istituto Forsa  che assegna all’Unione democristiana (Cdu-Csu) della cancelliera il 38 per cento delle intenzioni di voto, il 2% in più di prima del vertice UE che ha recepito il rigido patto fiscale sollecitato dalla Merkel. «Angela trascina in alto il suo partito», spiega l’Istituto Forsa.

Non cambia nulla però nei rapporti di forza con l’opposizione perché la crescita di consensi per «la cancelliera di ferro» proviene in gran parte dall’elettorato del partito liberale che governa con Cdu-Csu e ristagna due punti sotto lo sbarramento elettorale del 5 per cento.
Nell’opposizione sono stazionari l’Spd (27 per cento) e la Linke (7 per cento). I verdi scendono al 13 per cento (-2) e il nuovo partito dei Pirati, finora rappresentato solo nel parlamento regionale di Berlino, mantiene un sorprendente consenso del 7 per cento su scala nazionale. Lo stesso sondaggio rivela che «il tedesco» Mario Monti in Germania ha un gradimento del 60% contro il 40% di Nicolas Sarkozy. 
Enzo Piergianni

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • L'Italiano1982

    12 Febbraio 2012 - 16:04

    Che pena tutti 'sti germanofili nostrani. Quanto ve ne dovrete pentire... e come al solito quando sarà troppo tardi. Poi lì non si troverà più nessun merkeliano in giro: «Iooooo? Seeeeempre detto che ci avrebbe rovinati!!»...

    Report

    Rispondi

  • ulisse di bartolomei

    09 Febbraio 2012 - 13:01

    Questi "assalti" giornalistici alla Germania e al suo simbolo attuale, la Merkel, ci stanno facendo fare una figura escrementizia peggio della furbizia napoletana che ormai in "schettino" si identifica. La Germania, da sempre virtuosa e costruttiva anche nei conflitti sociali, ha sempre sacrificato una parte del suo pil per sostenere i furbetti come gli italiani, che donano di qua e di la senza guardare da dove prendono e a chi appartiene il denaro (ai risparmiatori...), dilapidano i soldi della comunità europea destinati ai territori malfamati calabresi ecc... che li riesportano per aprire ristoranti e gastronomie in tutta europa. Ci rendiamo conto di come appare il soggetto Italia nel nord Europa? Un ambiente laido e infingardo teso soltanto a giustificare i propri difetti se non addirittura normalizzarli. Per una volta seguire il primo della classe senza stigmatizzarlo come senza cuore, può esserci di beneficio, anche se la nostra malattia storica non si cura facilmente.

    Report

    Rispondi

  • PatrizioLibero

    09 Febbraio 2012 - 12:12

    E' sempre una casta, ma con questa il nostro paese può farcela: forza Monti!!!

    Report

    Rispondi

  • zuccherodicocco

    09 Febbraio 2012 - 11:11

    Normale che i tedeschi siano orgogliosi di quello che la loro cancelliara ha fatto: sono riusciti a defenestrare un governo legalmente eletto (il nostro) facendo leva sullo spread!! E chi li ferma più? Deutschland uber alles no? E noi complici, così intimoriti, succubi e anche vigliacchi da lasciarcelo fare. Coi megafoni di una stampa impiegati a ululare quanto fossimo in pericolo, troppo presi dai giochi dei partiti ci siamo fatti fregare così. E giù tasse e controlli della Guardi di Finanza, così non possiamo pensare ad altro che ai quattro euro che si sono degnati di lasciarci, giusto per distrarci...

    Report

    Rispondi

blog