Cerca

Siria, le bombe sui reporter: morti americana e francese

Due vittime a Homs: si tratta dei cronisti di guerra Marie Colvin e Remi Ochlik. Uccisi dai cannoni del regime

Siria, le bombe sui reporter: morti americana e francese

Due giornalisti stranieri sono stati uccisi dai bombardamenti delle forze governative siriane a Homs. Lo riferisce un attivista che si trova sul posto, Omar Shaker. Secondo la fonte, i due reporter sono rimasti uccisi quando diversi razzi hanno colpito il giardino di una casa usata da attivisti e giornalisti nel quartiere sotto assedio di Baba Amr, dove i bombardamenti delle forze del regime di Bashar Assad sono cominciati lo scorso 4 febbraio. Le due vittime sono la reporter americana Marie Colvin (nella foto), che lavorava per il Sunday Times, e il francese Remi Ochlik. L'identità del reporter francese è stata confermata dal ministro degli Esteri francese, Alain Juppé, che ha poi riferito che le autorità di Parigi hanno già fatto le condoglianze alla famiglia della vittima e stanno lavorando per ottenere i dettagli precisi della sciagura.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Uchianghier

    Uchianghier

    23 Febbraio 2012 - 12:12

    Mi sembra difficilissimo immaginare i vari Padellaro, Travaglio, Santoro, Formigli, Mauro e Gabanelli in zona di guerra. Li vedo benissimo nei salotti radical chic preoccupati di non sporcarsi le scarpe da 350 €.

    Report

    Rispondi

  • capitanuncino

    23 Febbraio 2012 - 11:11

    a parte che adesso non gli serve piu',ma invece della benda alla Dayan,una protesi no?

    Report

    Rispondi

blog