Cerca

A Berlino hanno un problema: Il presidente ha 2 donne

Joachim Gauck non ha mai divorziato dalla prima moglie e ora ha una fidanzata. Un deputato: "Chi sarà la first lady?"

A Berlino hanno un problema: Il presidente ha 2 donne

La Germania, austera e fredda, alla fine non è poi così diversa dalla bistrattata Italia, considerata dai tedeschi, a torto, un Paese dove tutto può accadere nella più apparente normalità. Anzi a volte ci superano. Infatti, il prossimo presidente tedesco, Joachim Gauck, si ritrova, davanti alla legge, con una moglie e una fidanzata. E visto che dalla prima non ha divorziato, in Germania ci si chiede quale delle due ricoprirà la carica di first lady. Il problema, posto dal deputato cristiano-sociale Norbert Geis, non è di poco conto. "E' nello stesso interesse personale del futuro presidente mettere ordine nella sua vita privata il più presto possibile per evitare di fornire spazio alle critiche" ha dichiarato il deputato. La Germania, infatti, non ha ancora assorbito lo scandalo del precedente presidente Christian Wulff e preferirebbe evitare in futuro altri casi simili.

La situazione - La compagna di Gauck, Daniela Schadt, sarà costretta a lasciare anche il suo posto di lavoro. La donna infatti è caporedattore politico alla Nurnberger Zeitung e la sua posizione sarebbe in evidente conflitto con l'incarico del suo compagno. La moglie, invece, è intervenuta sull'argomento, dicendosi stupita della situazione e di non essersi mai interessata a ottenere il divorzio dal marito dopo la separazione. Per evitare polemiche, Gauck ha davanti una sola strada, obbligata per questioni di real politk (nei protocolli degli appuntamenti internazionale va indicata la moglie ufficiale del presidente), sposare la compagna e mettere fine alle polemiche prima che queste lo travolgano anzitempo.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • boss1

    boss1

    27 Febbraio 2012 - 17:05

    meglio due donne che un trans.

    Report

    Rispondi

  • blu521

    27 Febbraio 2012 - 16:04

    Non è un grande impedimento. A meno che una, o tutte e due, non siano parenti di qualche capo di stato del NordAfrica. Questo condizionerebbe la politica estera, e magari lo costringerebbe a telefonare al commissariato per non compromettere le relazioni diplomatiche. E poi il magistrato ad occuparsi del caso e mandare le richieste al Bundestag. Solo che da quelle parti il Parlamento (strane abitudini) dice sempre sì. Si sa sono tedeschi, solo da loro poteva capitare che il Capo dello Stato si dimettesse per un mutuo a tasso agevolato. Da noi se un magistrato azzarda un po' è come minimo un komunista da internare! Gran cosa i bananas, ma solo per alcuni!

    Report

    Rispondi

blog