Cerca

In Siria una strage di bambini Guarda il video choc

Nuovo attacco ad Homs: 51 vittime tra i civili, quasi tutti donne e bimbi. I ribelli accusano il governo. Il regime: "Terroristi che cercano visibilità"

In Siria una strage di bambini Guarda il video choc
La televisione di Stato siriana ha accusato “bande armate di terroristi” dell’uccisione di almeno 57 persone, la maggioranza donne e bambini, nella provincia   centrale di Homs. "I terroristi hanno rapito gli abitanti di Homs, li hanno uccisi e poi hanno fatto dei filmati dei loro corpi con l'obiettivo di screditare le forze siriane”, riferisce la televisione  di Stato. Gli attivisti avevano invece accusato del massacro le forze  governative. Quel che è certo è che “molti cadaveri presentano segni di torture, alcune persone  sono state bruciate vive, altre sono state sgozzate”, ha detto l'attivista Omar Homsi all’agenzia di stampa Dpa. “I corpi - ha   aggiunto - appartengono a 28 donne, 23 bambini e sei uomini”. La   strage risalirebbe a ieri sera e sarebbe stata compiuta nel quartiere   di Karam al-Zeitoun.  Secondo il governo "bande armate e gruppi di terroristi stanno rapendo civili a Homs per poi ucciderli o sfigurarli in modo da attirare l'attenzione internazionale e scatenare una condanna contro il regime siriano, in occasione dell'incontro ministeriale al Consiglio di sicurezza delle Nazioni unite fissato per oggi".  "Siamo abituati all'escalation di gruppi di terroristi armati prima di summit del Consiglio di sicurezza", ha riportato l'agenzia di stampa Sana citando ufficiali coperti dall'anonimato. "L'obiettivo di questi attacchi - ha proseguito l'agenzia - è quello di incitare condanne contro la Siria". Secondo il racconto di un attivista, Hadi Abdallah, "alcuni bambini avevano segni di colpi di oggetti contundenti sul capo e una bambina è stata mutilata". Inoltre, "alcune donne sono state stuprate prima di essere uccise". Stamattina un’autobomba è esplosa vicino una scuola a Deraa, nel sud della Siria, uccidendo una bambina e ferendo altri 25 studenti.

Immagini forti
Guarda il video-choc della strage di Homs su LiberoTv

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • carlozani

    14 Marzo 2012 - 09:09

    'l'innominato' presidente frencese e il nuovo'fuhrer'Angelo sono intervenuti in Libia con la scusa che Gheddafi usava la forza contro i dimostranti .Perchè in Siria dove sono state e vengono uccise migliaia di persone e nessuno interviene.I casi sono due :o i siriani sono persone di serie B o la Libia è più interessante per il petrolio. Carlo Zani

    Report

    Rispondi

  • honhil

    13 Marzo 2012 - 10:10

    In Siria si uccidono donne e bambini in gran quantità, in nome della tirannia. Una vera mattanza. In nome della fede islamica, nel mondo, i cristiani vengono continuamente trucidati e manca poco che verranno in massa impalati e messi in croce come si faceva nell’antica Roma, per il solo fatto di credere in Cristo. Ma Dante, per i ricercatori del cazzo del «Gherush92», è un antisemita e islamofobo e La Divina Commedia va tolta dai programmi scolastici. Quand’è che l’Italia, che è oggi il 6° donatore del sistema delle Nazioni Unite e che dal 1984 ha erogato contributi che hanno raggiunto un valore di oltre 750 milioni di dollari, cesserà di finanziare un’Istituzione apertamente contraria al Cristianesimo e tutta rivolta a favorire l’ islamizzazione del mondo?

    Report

    Rispondi

  • raucher

    12 Marzo 2012 - 17:05

    Loro si cercano regimi e raiss dei quali vanno fieri ,ma quando li massacrano per benino ,allora per liberarsene ti chiedono aiuto , per poi sputarti in faccia . Sono sempre caduti nelle trappola dei vari regimi che per distogliere l'attenzione delle plebi dalle tante malefatte , da 60 anni usano Israele come capro espiatorio e come bersaglio. Basti pensare alla stupidità degli egiziani che , dopo la rovinosa guerra dei 6 giorni ,vollero mantenere Nasser al potere , nonostante li avesse presi per il naso raccontando un sacco di balle sulle meravigliose vittorie inesistenti dell'esercito. O i siriani che combatterono fino all'ultimo egiziano, come diceva la famosa battuta. Adesso insistono nel fare del loro peggio , votando partiti islamici che li manterranno nell'arretratezza medioevale. Sbagliare è umano ma perseverare è diabolico. L'unica cosa che mi interessa è che la finiscano di farsi mantenere da me .

    Report

    Rispondi

  • afadri

    12 Marzo 2012 - 16:04

    Assad un criminale come suo padre.Anzi forse peggio. Cosa Aspettano Europa e Usa, ad intervenire con un bella spazzolata,forse ci sara qualche morto in piu, ma almeno questo criminale ce lo togliamo di torno. O forse in Siria non vi e nulla da prendere? Il dubbio assale molte persone.

    Report

    Rispondi

blog