Cerca

Svizzera, i bambini rivelano: "Autista armeggiava con dvd"

Otto bambini, lievemente feriti nello schianto, sono stati dimessi dall'ospedale. Le salme delle vittime tornano in Belgio

Svizzera, i bambini rivelano: "Autista armeggiava con dvd"

Alcuni dei bambini rimasti superstiti dopo il tragico incidente avvenuto in Svizzera hanno rivelato che prima dello schianto l'autista stava armeggiando con il lettore dvd. Il dvd, portato da uno dei professori morto nell'incidente, sarebbe una delle possibili cause che hanno portato alla sbandata del mezzo. Il quotidiano Aargauer Zeitung ha riportato una frase di Renato Kalbermatten portavoce della polizia svizzera, che spiega: "Sembra questo - riferendosi all'autista che armeggia con il dvd -  nei video del tunnel, il movimento che fa il guidatore, comunque non si può vedere cosa facesse l'autista".

I superstiti - Otto bambini lievemente feriti nello schianto del bus avvenuto martedì in Svizzera sono stati dimessi dall'ospedale e rientrano questa sera in Belgio con un volo dall'aeroporto di Ginevra. Florence Renggli, portavoce degli ospedali del cantone Vallese, spiega che i medici hanno condotto 50 interventi chirurgici su 16 bambini. Se otto bambini sono già stati dimessi, altri 12 rimangono ancora ricoverati nell'area di Sion. Altri tre, feriti più seriamente, sono stati trasferiti in un ospedale di Losanna mentre uno all'ospedale di Berna.

Le vittime - Un aereo con a bordo le prime salme delle vittime del terribile incidente di martedì in un tunnel svizzero è decollato questa mattina alla volta del Belgio. Il velivolo militare, uno dei tre messi a disposizione da Bruxelles, è partito dopo una breve cerimonia religiosa svoltasi all’aeroporto di Sion, lontano da giornalisti e curiosi.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • gigi primo

    16 Marzo 2012 - 13:01

    quel tunnel è fuori da ogni regola, colpire i progettisti, non si può creare un 'muro' in un tunnel!

    Report

    Rispondi

blog