Cerca

Marò, India ci prende in giro Ancora 15 giorni di carcere

India decide di trattenere per altre due settimane Latorre e Girone: oggi la corte doveva decidere sul ricorso italiano

Marò, India ci prende in giro Ancora 15 giorni di carcere

L'India ci prende in giro: l'alta corte del Kerala ha deciso di prorogare di altri 14 giorni l'ordine di custodia cautelare nei confronti dei due marò italiani, Massimiliano Latorre e Salvatore Girone.  Doveva essere il giorno della decisione dell'India sul ricorso italiano in  cui si sostiene che la giurisdizione debba essere di Roma, in quanto la petroliera Enrica Lexie su cui erano imbarcati i due si trovava in acque internazionali. Nei giorni scorsi  il ministro della Difesa, Giampaolo Di Paola, ha incontrato a New Delhi il collega indiano, A K Antony; un incontro che è stato anche un segnale per le autoritàè  indiane dell'attenzione che l'Italia vuole riservare al caso. Il ministro ha ribadito la richiesta di trasferire i due militari in una struttura più idonea garantendo loro cibo italiano, attrezzature per l'esercizio fisico e assistenza spirituale.

ieri, sui due militari, è intervenuto il presidente Giorgio Napolitano. Il quale, dopo la presa di posizione del governo del Kerala (che domenica si era augurato che il processo ai marò si svolga in India), ha ammesso che "la situazione è molto difficile. Ce la mettiamo tutta, ma è molto difficile" ha detto da Amman in Giordania, dove si trova in visita di Stato.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • adry mc nab

    04 Aprile 2012 - 13:01

    Quindi tu sei dell'idea del governo monti, meglio mettersi la coda tra le gambe e sperare. Non ci sto perche' mi e' rimasto ancora un po' di amor di patria. Chi se ne frega che loro sono una potenza atomica, nessuno ha detto che dobbiamo dichiarargli guerra, solo una missione di recupero in zona ostile, anche a costo di rovinare i rapporti che possiamo avere con l'india.

    Report

    Rispondi

  • paolo44

    03 Aprile 2012 - 19:07

    Basta con questa farsa. Minacciamo la rottura dei rapporti diplomatici, blocchiamo le importazioni indiane e tutte le licenze agli indiani in Italia. Vengono a far soldi qui e ci prendonno pure a pesci in faccia. Sono stufo di questi soprusi dai paesi del terzo mondo.

    Report

    Rispondi

  • diegomi

    03 Aprile 2012 - 18:06

    siccome il mondo è pieno di pezzenti italiani emigrati, sarà un po difficile mandare a casa qualcuno. L'Italietta dei codardi, mafiosi e morti di fame non viene trattata pesce in faccia solo dagli inglesi, tedeschi e francesi ma perfino dagli indiani. Temo che sia esattamente quello che si merita questo paese ridicolo in mano alle cosche di vario tipo. Ma chi volete mandare in India?? Quel pedalò chiamato San Marco col Capitan Schettino contro una potenza atomica come l'India. L'esercito dei terroni senza lavoro contro una potenza economica emergente. Non facciamo ridere i polli!!!

    Report

    Rispondi

  • nicola.guastamacchiatin.it

    03 Aprile 2012 - 17:05

    L'Italia è piena di pezzenti indiani, rimandiamoli al loro Paese a ingrandire le fila degli accattoni e dei delinquenti: Non meritano altro per quello che ci stanno facendo.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog