Cerca

Troppa lingerie sexy in valigia

Ingresso vietato in Inghilterra

Troppa lingerie sexy in valigia
Una valigià troppo 'osè', così piena di biancheria intima sexy, non può entrare in Gran Bretagna. Disonorevole...Con questa motivazione le autorità dell'aeroporto britannico di Newcastle hanno respinto l'ingresso nel Paese di una cittadina brasiliana nel Regno Unito. Secondo fonti dell'Agenzia di frontiera, il bagaglio della donna, 32 anni, costituito da tanta biancheria intima, e da solo qualche t-shirt e una vestaglia - lascerebbe presumere il suo coinvolgimento nell'industria del sesso. Ad aggravare la posizone della brasiliana, arrivata in Inghilterra con un volo da Ginevra il 4 aprile scorso, è stata l'incertezza con cui ha risposto alle domande degli agenti, che le avevano chiesto quale fosse il motivo del suo viaggio e cosa intendesse fare durante il suo soggiorno britannico. La donna non è 'nuova' al rifiuto: tre mesi prima, infatti, le autorità dell'aeroporto di Belfast le avevano già negato il visto d'ingresso, a quanto pare per la stessa ragione: un bagaglio pieno di oggetti sessuali e informazioni su agenzie di escort.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • jack1980

    14 Aprile 2009 - 09:09

    Che motivazione da ritardati! Questa gente dovrebbe ascoltare "Bocca di Rosa"! Sicuramente dovrebbero farlo anche i politici italiani, che chiaramente vanno con le prostitute, ma poi fanno di tutto per complicare loro la vita. Legalizzare la prostituzione sarebbe la scelta migliore.

    Report

    Rispondi

blog