Cerca

Obama, più libertà

ai cubani degli Usa

Obama, più libertà
 Più libertà di movimento tra gli states e l'isola di Castro e possibilità di trasferire maggiori quantità di denaro ai parenti rimasti a Cuba. Il presidente degli Usa Barack Obama pensa a misure volte a snellire l'embargo americano su Cuba. L'annuncio ufficiale arriva dalla Casa Bianca, che parla di «sforzo per aiutare i cubani nel loro desiderio di determinare liberamente il futuro del loro Paese. Il presidente - hanno riferito a giornali e tv fonti governative ha detto che questo è il modo più diretto per aprire quegli spazi necessari per vedere cambiamenti democratici a Cuba». La direttiva, tra le altre cose, allarga la gamma d'oggetti che potranno essere spediti a Cuba per includere abiti, oggetti di igiene personale e attrezzature da pesca. Rimane tuttora proibito inviare dagli Stati Uniti doni ad alti funzionari del governo e del Partito Comunista cubano.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • VincenzoAliasIlContadino

    14 Aprile 2009 - 14:02

    Obama se era più umano doveva fare l embargo con la famiglia Kompagnuzza Castro vale a dire; con un bliz internarli a Quantanamo! Poi se possibile per i Marx leader Cinesi, Coreani, Iraniani e Siriani: il mondo gioirebbe di più pace e Democrazia! Ovvio e retorico affermare che sarebbero associati ad Al Qeada, Hamas e Hezbollah con qualche Italianuzzo anche se, diventato libero e Onorevole! Invece, si vede che terroristi condannati per uccisioni a soli 12 anni e sono liberi! Chiedetevi: Quanti a Castro per segregazione di un intero Popolo? Sappiate che non parlo a vanvera datosi che ho indagato per giorni allAvana! vincenzoaliasilcontadino@virgilio.it Matera.

    Report

    Rispondi

blog