Cerca

Marò, la polizia conferma "Sono stati loro a sparare"

Perizia indiana, i risultati: "Coincidono le scanalature sui proiettili". Ora è tutto più difficile per Girone e Latorre

Marò, la polizia conferma  "Sono stati loro a sparare"

Si complica la posizione dei nostri due marò tenuti prigionieri in India. La polizia indiana ha confermato di  aver "individuato i due fucili Beretta che hanno ucciso i pescatori indiani il 15 febbraio scorso". Secondo il capo della polizia: "la prova balistica e le nostre indagini portano alla conclusione che a sparare siano stati i due marines che sono in custodia nel carcere di Trivandrum". E' confermata quindi la compatibilità tra i due fucili sequestrati a bordo della Enrica Lexie e i proiettili recuperati nei cadaveri dei due pescatori uccisi il 15 febbraio, l'omicidio del quale sono accusati Massimiliano Latorre e Salvatore Girone. La notizia è stata riportata dal quotidiano Times of India.

"Coincidono le scanalature" - Un altro responsabile del Laboratorio scientifico della polizia di Trivandrum ha spiegato al quotidiano che "coincidono il tipo di scanalautre sui proiettili che erano nei corpi dei pescatori e su quelli sparati nei test di due fucili beretta ARX 160". Il responsabile ha poi precisato: "Dopo aver condotto accurati test sui sei fucili Beretta sequestrati, il Laboratorio ha identificato i due usati per uccidere i pescatori. Il Laboratorio ha consegnato ai responsabili dell'inchiesta un dettagliato rapporto sui test di tiro, la balistica e le impronte digitali.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • snoopy49m

    15 Aprile 2012 - 19:07

    la perizia ha avuto la supervisione di una terza parte indipendente ? la perizia ha avuto la supervisione dei nostri tecnici ? resta valido il diritto internazionale sulla territorialità ? non capisco cosa voglia dire la dimostrazione della compatibilità quali armi e quante sono compatibili con quei proiettili la compatibilità tra arma e proiettile non é una prova la coincidenza tra arma e proiettile é una prova ma c'é qualcuno che ne capisce qualcosa ma questi nostri addetti esteri sanno solo essere garbati educati ed eleganti

    Report

    Rispondi

  • campusvolley

    14 Aprile 2012 - 18:06

    andiamoli a prendere

    Report

    Rispondi

  • eureka.mi

    14 Aprile 2012 - 13:01

    Questo riguarda anche i Tribunali Italiani che chiudono per ferie. PERCHE' UN TRIBUNALE DEVE CHIUDERE PER FERIE? E' un servizio pubblico quindi dovrebbe rimanere sempre aperto. Che il personale si dia una sostituzione, giudici compresi, e si mantenga attivo un servizio che ha in ritardo migliaia di pratiche. Così fanno anche determinate aziende di servizio pubblico per cui noi paghiamo le tasse tipo ospedali.

    Report

    Rispondi

  • Liberamentelibero

    12 Aprile 2012 - 18:06

    il fatto e' che agli USA stiamo sulle palle ora che non c'e' piu' bush, alla Francia fa comodo che l'Italia abbia casini, all'Inghilterra fa comodo che l'Italia abbia casini, alla Germania fa comodo che l'Italia abbia casini, a Israele non gliene puo' fregar di meno se l'Italia ha casini. L'importante per loro sono gli affari. Per l'onore non si muove piu' nessuno oramai... Un appunto sulla Francia: i sempre mai abbastanza odiati francesi (mai cugini, queste parentele bastarde e false vanno sradicate e sigillate col napalm) erano opportunisti e tradivano l'Italia gia' ai tempi remoti in cui l'Europa lottava contro i califfati musulmani. Infatti alla Battaglia di Lepanto i Francesi erano d'accordo con gli arabi e i nordafricani per fottere l'alleanza europea cattolica. E ci provarono. Ma grazie all'ardimento dei maro' istriani veneziani e genovesi, con manovre assurde per l'epoca, sbaragliammo il fronte nemico tagliandone il fronte e sfondandone le linee. FRANCIA DA SEMPRE TRADITRICE!

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog