Cerca

Obama, le guardie del corpo vanno a prostitute

Richiamati gli agenti di scorta del presidente Usa in visita in Colombia: si sarebbero intrattenute con una lucciola. Non è la prima volta

Obama, le guardie del corpo vanno a prostitute

I servizi segreti Usa hanno richiamato una decina di agenti della scorta a Barack Obama nella visita in Colombia, dopo che almeno uno di loro si sarebbe intrattenuto con una prostituta locale. Un portavoce ha spiegato al Washington Post che "ci sono state accuse di condotte improprie a Cartagena", la città a nord di Bogotà in cui si tiene il vertice delle Americhe, "prima dell’arrivo" del presidente americano. Gli agenti richiamati in patria sono stati rimpiazzati da altri colleghi e saranno deferiti alla commissione disciplinare interna all’U.S. Secret Service. "Questo avvicendamento non influisce sul piano di sicurezza complessivo messo a punto per il vertice", ha assicurato il portavoce Edwin Donovan, sottolineando che "tutte le accuse di condotta impropria vengono prese molto seriamente". Donovan non ha precisato nè il numero di agenti coinvolti, nè il tipo di condotta impropria, ma il presidente dell’associazione che raggruppa gli appartenenti alle forze dell’ordine Usa, Jon Adler, ha affermato che almeno in un caso si tratta di rapporti con prostitute.  

Guai presidenziali - Non è la prima volta che agenti della scorta presidenziale finiscono nei guai. A novembre un agente della sicurezza era stato incriminato per omicidio preterintenzionale dopo aver sparato a un uomo durante una lite davanti a un fast food alle Hawaii, dove si trovava per una missione preparatoria in vista di un vertice dell’Apec presieduto da Obama. E ad agosto un altro agente era stato arrestato per guida in stato di ubriachezza in Iowa durante i preparativi per una visita di Obama nel Midwest.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • orconero

    15 Aprile 2012 - 18:06

    Ma a puttane possono andarci solo i potenti, per non fa nomi clinton o il nostro nano? Per non parlare di vari marrazzo.....

    Report

    Rispondi

  • sfeno

    14 Aprile 2012 - 23:11

    erano in diversi,hanno tirato su un conto da paura e non hanno pagato.

    Report

    Rispondi

  • modoetianus

    14 Aprile 2012 - 18:06

    Se vanno a puttane dopo aver svolto il loro lavoro di proteggere il Presidente, sono affari loro. Ma smettiamola con questo perbenismo becero. Dopo il lavoro possono andare dove vogliono e con che vogliono. Si facciano tutti un pochino di ca..i loro

    Report

    Rispondi

  • Francostars

    14 Aprile 2012 - 14:02

    Che male fanno gli avvalenti delle prostitute maggiorenni e consenzienti se usufruiscono di tali servizi in privato e con fondi propri? Basta con questa assurda "Meretriciofobia".

    Report

    Rispondi

blog