Cerca

Marò, l'India ci prende in giro Altri 14 giorni in carcere

La Corte estende la carcerazione dei due militari italiani accusati dell'omidicio di due pescatori. In galera dal 5 marzo

Marò, l'India ci prende in giro Altri 14 giorni in carcere

Il magistrato di Kollam, nello stato meridionale indiano del Kerala, ha esteso di altri 14 giorni la carcerazione preventiva dei marò Massimiliano Latorre e Salvatore Girone, dal 5 marzo detenuti nella prigione di Trivandrum con l'accusa di aver ucciso due pescatori scambiati per pirati somali lo scorso febbraio. I due militari sono comparsi davanti al giudice istruttore accompagnati dal console generale a Mumbai, Giuseppe Cutillo, e all'addetto militare in India, contrammiraglio Franco Favre. Il prolungamento dei termini di custodia giudiziaria era già stato previsto la scorsa settimana da fonti che seguono l'inchiesta.

Le indagini
- La polizia avrebbe infatti ancora bisogno di tempo per completare le indagini prima di decidere per un eventuale rinvio a giudizio. Gli investigatori, guidati dal commissario di Kochi Ajit Kumar, sono in possesso anche degli esiti della perizia sulle armi dei marò consegnata circa dieci giorni fa. Secondo le conclusioni della prova balistica condotta in un laboratorio della polizia scientifica a Trivandrum, anticipate dalla stampa, a uccidere i due pescatori indiani lo scorso 15 febbraio sarebbero stati due fucili d'assalto modello Beretta in dotazione all'unità militare anti pirateria in servizio sulla petroliera Enrica Lexie.

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • taras4ever

    17 Aprile 2012 - 10:10

    E' brutto dirlo ma è ormai da diversi anni che mi vergogno di essere italiano. Sempre più spesso assistiamo a scene da volta stomaco da parte dei nostri politucoli. Siano essi di Sx o di Dx. Ritengo a questo punto necessario che l'opinione pubblica dia un segnale forte ai nostri governanti facendo capire che rivogliamo indietro i nostri militari rapiti da una potenza straniera. A mio avviso l'India ha dichiarato guerra all'italia (minuscola voluta) nel momento in cui ha rapito con l'inganno due militari italiani che facevano il loro dovere. Quindi se è vero che ogni popolo merita i propri governanti, è ora di svegliarci e incominciare a meritarci una classe politica migliore e che rappresenti davvero gli italiani. Quindi ai due marò che sono miei corregionali e uno anche concittadino ed omonimo dico: tenete duro ragazzi siete l'espressione dell'Italia con la I maiuscola, gente di cui andare fieri. Non siete soli, dovessimo venire noi italiani veri a prendervi, VOI TORNERETE A CASA.

    Report

    Rispondi

  • blackindustry

    16 Aprile 2012 - 22:10

    d'altronde sarebbe un rapimento contro il quale il nostro governo tuonerebbe, si dissocierebbe ma farebbe nulla per sventarlo e ritrovare l'ambasciatore indiano. E nel mentre inizieremmo ad inviare filmati brutti che inducano quelle merde indiane ad uno scambio. Ma queste sono cose per chi ha il coraggio di avere coraggio, servirebbe una squadra d'arditi vecchio stile...e ce ne sono...ma non le vogliono usare, l'Italia e' nata dalla resistenza...e si vede. Basta vedere come hanno velocemente insabbiato la morte di Fabrizio Quattrocchi, morto con il massimo dell'Onore, senza piagnucolare, chiedendo di essere slegato e sbendato, da solo, disarmato, contro una cricca di merde arabe musulmane armate. Governanti italiani: bleah. Smidollati vigliacchi codardi conigli maiali.

    Report

    Rispondi

  • leitz

    16 Aprile 2012 - 20:08

    mandiamo a casa gli indiani residenti clandestini. indaghiamo tutti gli altri, forse qualcosa ne può uscire... basta con questi stupidi giochi. la nave era a 10 miglia dalla coste, quindi,,,

    Report

    Rispondi

  • francoruggieri

    16 Aprile 2012 - 20:08

    In due parole: si chiude l'ambasciata a New Delhi per evitare rappresaglie, poi una banda di "rivoltosi" italiani rapisce l'ambasciatore indiano e si impone uno scambio. Lo so: sto sognando, ma ogni tanto fa bene farlo.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog