Cerca

A Parigi

Ibra salvato da un autogol: Svezia deludente, finisce 1-1 con l'Irlanda

Ibra salvato da un autogol: Svezia deludente, finisce 1-1 con l'Irlanda

Finisce 1-1 il match inaugurale del "nostro" gruppo E dei campionati Europei tra Irlanda e Svezia, disputato allo Stade de France di Saint-Denis alle porte di Parigi. Tutte nella ripresa le reti: al vantaggio irlandese con Hoolahan al 2’ risponde un’autorete di Clark al 26’. Risultato che sa di beffa per la squadra di ÒNeill che domina a lungo l’incontro. Si salva invece la squadra di un Ibrahimovic abbastanza deludente ma che riesce a mettere lo zampino nell’azione del pareggio. Alle 21, sempre per il girone E, in campo gli azzurri opposti al Belgio a Lione.

In avvio di match i verdi partono con il piede sull'acceleratore e dopo otto minuti Hendrick va al tiro dalla distanza impegnando Isaksson bravo a respingere in angolo. Poco dopo il quarto d’ora di gioco la nazionale di ÒNeill sfiora un’altra volta il vantaggio. Su azione d’angolo Walters fa sponda per Ò Shea che in spaccata manca l’impatto con il pallone a un passo dalla porta sguarnita. Al 33’ ancora l’Irlanda, con Hendrik che colpisce in pieno la traversa con un tiro da lontano.

La partita si accende in avvio di ripresa. Dopo appena due minuti gli irlandesi sbloccano il match. Coleman sfonda sulla
destra, entra in area e crossa sul secondo palo, va a vuoto Johansson e ne approfitta Hoolahan che di controbalzo batte Isaksson. Lo svantaggio scuote i vichinghi che al 5’ vanno due volte vicini al pareggio nel giro di pochi secondi. Prima Clark rischia l’autorete nel tentativo di rinviare un calcio d’angolo ma Randolph si allunga ed evita un incredibile autogol; la palla finisce a Forsberg che calcia alto da due passi.

Malgrado la rabbiosa reazione allo svantaggio la manovra svedese non decolla con i verdi che controllano il gioco, fino al 26’, quando arriva inatteso il pareggio. Percussione sulla sinistra di Ibrahimovic che crossa sul primo palo, Clark nel tentativo di anticipare Larsson, schiaccia la palla nell’angolino basso superando Randolph per un beffardo autogol. Al 37’ l’ultima occasione del match capita ad Ibrahimovic ma l’ex Psg liscia il pallone da ottima posizione su preciso cross dalla sinistra di Olsson.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog