Cerca

La terza partita

Europei, Italia-Irlanda: la cronaca e il commento in diretta degli azzurri

Europei, Italia-Irlanda: la cronaca e il commento in diretta degli azzurri

Mettiamola così: questa partita non contava. L'Italia perde 1-0 la terza, ininfluente partita degli Europei: gode l'Irlanda , che si qualifica come terza, ripescata. Il Belgio batte la Svezia e si conferma secondo, ma agli ottavi sulla carta avrà un'avversaria molto più morbida di quella degli azzurri, primi nel girone E: per noi la Spagna, per loro l'Ungheria. A Lilla è andata in scena un azzurro più che sbiadito: come contro la Svezia, giochiamo male e creiamo poco, ma subiamo qualcosa in più dietro. Differenze: si giocava con 2 soli titolari (Barzagli e Chiellini) e contro una squadra con il coltello tra i denti. Se il ct Antonio Conte chiedeva motivazioni e idee chiare sarà rimasto deluso: l'unico giocatore che potrebbe aspirare a un ruolo da titolare (o magari primo cambio) è Insigne, entrato peraltro a 20' dalla fine. Poco per promuoverlo, nonostante la brillantezza, ma nel grigiore generale il napoletano spicca. E non è un buon segnale.

93' - È finita senza sussulti: una brutta Italia perde 1-0, resta prima nel girone e giocherà gli ottavi contro la Spagna. Belgio secondo contro l'Ungheria. Ripescata anche l'Irlanda, terza, che giocherà contro la Francia. 

84' - GOL DELL'IRLANDA. Cross dalla destra e Brady si inserisce di testa tra Bonucci e Sirigu: 1-0 meritato. Minuto cruciale: nell'altra partita del girone segna anche il Belgio (1-0 alla Svezia) e in questo momento la squadra di O'Neill passa come terza.

83' - Sirigu ci salva: Bonucci perde un pallone criminale al limite, Hoolahan davanti al portiere del Psg gli tira in bocca e Walterino para in due tempi. 

81' - Dentro El Shaarawy per De Sciglio: all'arrembaggio?

77' - PALO DI INSIGNE! Che numero del napoletano: galoppata in slalom dalla trequarti, finte dal limite e tiro liftato alla sinistra di Randolph. Jellato.

76'
- L'Irlanda tenta il tutto per tutto: dopo McGeady dentro Hoolahan per un 4-3-3 iper-offensivo. 

72'
- Dentro Insigne per Immobile: Conte in queste tre partite ha schierato tutti gli azzurri a parte il terzo portiere Marchetti ed El Shaarawy. La maledizione del Faraone?

65' - A mancare all'appello sono i centrocampisti centrali. Sturaro, Motta e Florenzi non stanno dando verticalità: pochi inserimenti, troppo schiacciati a ridosso della nostro area e lontani da quella irlandese. E così i lanci (approssimativi) per le punte partono tutti dalla difesa. 

57' - Bernardeschi non ne ha azzeccata una. Perché non spostare De Sciglio a destra e inserire El Shaarawy a sinistra? Invece entra Darmian. 

56'
- Momenti di follia nell'area azzurra. Murphy da sinistra mette in mezzo, Sirigu respinge centrale, Motta gioca con calma la palla. Troppa, perché serve Coleman ma il suo tiro viene ribattuto. 

53' - Consiglio a Conte: togliere Bonucci! Lo juventino diffidato rischia di beccarsi un'ammonizione suicida per un'entrata da dietro su McClean. L'arbitro è un animo gentile, ma perché rischiare?

52'
- Zaza! Cross a rientrare di De Sciglio, girata al volo dello juventino poco oltre la traversa. C'è vita oltre la linea di centrocampo.

Inizio secondo tempo
 - Nessun cambio, stesso copione. 

Fine primo tempo - Pochissime occasioni da gol, Italia grigiotta un po' come contro la Svezia. La buona notizia è che questa sera non ci giochiamo nulla e soprattutto in campo ci sono solo 2 titolari. La cattiva è che se Conte sperava di trovare valide alternative dalla panchina, siamo in alto mare.

45' - Fine primo tempo: 0-0, potete prendere fiato dopo 45 minuti di fuochi d'artificio.

43'
 - Neanche il tempo di festeggiare e rischiamo grosso: Bernadeschi spinge con il braccio McClean in area. Dubbio malizioso: vuoi vedere che contro la Spagna ci avrebbero fischiato rigore contro?

42' - Urca, primo tiro italiano! La palla arriva a Immobile e gran destro dai 20 metri: fuori di poco. 

38' - Scaramuccia tra Long e Sirigu: se l'erano giurata da qualche minuto, si beccano un giallo a testa.

34' - Il famoso tiki taka dell'Irlanda: 63% di possesso palla. Sì, ci stiamo allenando per la Spagna. 

31'
- Ancora Murphy da due passi (ma decentrato) non inquadra la porta. 

30'
- Serie di scivoloni e rimpalli, De Sciglio salva in angolo a due passi da Sirigu. Brivido.

22' - Fin qui male l'Italia "B": meno granitici dietro, lenti e imprecisi nelle ripartenze. Zaza e Immobile praticamente non pervenuti.

20' - L'abbiamo chiamata, ecco la prima emozione: gran parata di Sirigu su colpo di testa (centrale) di Murphy.

19' - Finora le uniche emozioni a Lilla vengono dai tifosi irlandesi sugli spalti: grandi cori e ottime birre.

13' - Partita divertente, ma ancora nessuna mèta. Ah, non è il Sei Nazioni di rugby?

9' - Hendrick picchia anche da fuori: gran sinistro, sfiora il palo.

6' - Occhio, questi picchiano: entrata assassina di Hendrick sul povero Florenzi.

5' - 
Irlanda molto aggressiva, difesa azzurra un po' in impaccio.

3' - Solito spartito: grandi sventagliate e cambi di campo a trovare gli esterni.

1' - Partiti. Contate i secondi che separano il fischio d'inizio dell'arbitro dal primo urlaccio di Conte.

Le formazioni - Italia (3-5-2) Sirigu; Barzagli, Bonucci, Ogbonna; Bernardeschi, Sturaro, Thiago Motta, Florenzi, De Sciglio; Zaza, Immobile. Irlanda (4-4-1-1) Randolph; Coleman, Duffy, Keogh, Ward; Hendrick, McClean, McCarthy, Murphy; Brady; Long. 


di Claudio Brigliadori

@Piadinamilanese

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Oscar1954

    23 Giugno 2016 - 17:05

    Spero l'Italia perda con la Spagna per il solo fatto di vedere fancazzisti della Rai lasciare l'attico con piscina nell'hotel 5 stelle lusso che hanno in uso per fare le telecronache delle partite. POVERINI.

    Report

    Rispondi

blog