Cerca

Il tour economico

Vivere un giorno a Expo e cavarsela con venti euro

0
Vivere un giorno a Expo e cavarsela con venti euro

Venti euro per una giornata a Expo. Impossibile? Per nulla. Per facilitarvi nell' ardua impresa di visitare Expo ma al risparmio, senza perdere pomeriggi davanti al pc di casa intenti a compilare pagine e pagine di appunti, abbiamo selezionato per voi un itinerario low cost in cui potrete vivere l' Esposizione Universale da mattina a sera, pasti compresi, senza dover chiedere un prestito.

Che siate in compagnia della vostra famiglia, con bambini o senza, il viaggio nel cuore del sito di Rho Fiera non può che iniziare dal padiglione Zero. Completamente gratuito, come tutti i padiglioni all'interno di Expo, è la tappa iniziale obbligatoria per grandi e piccini e segna il punto di partenza per un vero viaggio consapevole tra i Paesi del mondo. Il consiglio è di accedere ai tornelli per le 10 in punto, così da spingersi immediatamente nelle zone più gettonate di Expo.

Un esempio? Palazzo Italia: nonostante il caldo di queste ultime settimane, le code per visitare la casa italiana di questa Esposizione Universale non scendono mai sotto le due ore. Una volta sul Decumano (il viale di 1,5 km che attraversa Expo) bighellonate per il sito espositivo fino all' ora di pranzo concedendovi, spinti dall' entusiasmo, la visita dei padiglioni la cui scocca esterna più vi aggrada.

Camminare all' interno di Expo è stancante: sappiatelo. Per questo vi consigliamo di arrivare muniti di una borraccia che potrete riempire gratuitamente in una delle case dell' acqua distribuite per il sito espositivo. In totale sono 32, facili da individuare e generosissime. Ogni fontanella eroga acqua (naturale o gassata, fresca e a temperatura ambiente) da quattro bocchette. Il tutto, per facilitarne l' utilizzo e impedire la formazione di ulteriori code.

Arrivati all' ora di pranzo, incontrerete le prime difficoltà per quanto riguarda il risparmio e le vostre gambe chiederanno risposo. Scegliete il padiglione Giappone e accomodatevi all' interno del comodo take away. Qui, troverete un ottimo piatto di riso e curry a soli 8 euro. Abbondante e buonissimo. Nel pomeriggio, non lasciatevi sopraffare dal caldo e con l' aiuto di una granita alla maracuja (come quella in vendita a 4,5 euro al padiglione Colombia) o di una Coca Cola (la bottiglietta è gratuita per chi sceglie di visitare l' area espositiva del marchio) dedicatevi alla visita di padiglioni e mostre, come «I Tesori d' Italia», ospitata all' interno degli spazi Eataly e in cui sono in mostra alcune delle più belle opere italiane. Se per voi, tuttavia, è d' obbligo un riposino dopo pranzo, non temete: all' ombra dei padiglioni troverete poltroncine in cui rilassarvi e addirittura schiacciare un pisolino.

Al tramonto, godetevi la tranquillità del sito espositivo e passeggiate fino al padiglione dell' Oman. Qui, potrete gustare un' ottima cena e low cost. Un cestino di pane con spezzatino di pollo in salsa masala vi costerà 6 euro e state pur certi che vi lascerà entusiasti. Il padiglione poi, di notte, diventa uno dei più caratteristici di tutto il sito espositivo grazie alle decine di luci che trasformano la struttura in un villaggio d' altri tempi. Per concludere in bellezza, spostatevi davanti alla Lake Arena, conquistate una delle poltroncine a trottola e lasciatevi ipnotizzare dalle luci e dai giochi d' acqua dello show dell' Albero della Vita. Il costo? Ovviamente gratuito.

di Beatrice Marini

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

media