Cerca

Attentato in Afghanistan

Feriti due soldati italiani

Attentato in Afghanistan
Due soldati italiani sono rimasti feriti agli arti per l’esplosione di un ordigno quest’oggi in Afghanistan, nei pressi di Herat, centro dell’ovest del Paese. Secondo le prime notizie che giungono da quella zona, l’esplosione sarebbe avvenuta mentre era di transito una pattuglia di fucilieri a bordo di un Vtlm Lince, impegnata in una azione di pattugliamento anti razzi. I due feriti sono stati trasportati immediatamente all’ospedale con Superpuma, elicottero spagnolo, scortato da un nostro Mangusta.
Era il 3 ottobre del 2004 quando l’esercito italiano perse i suoi primi uomini in Afghanistan per un incidente stradale, in cui perse la vita il caporal maggiore Giovanni Bruno. Il 5 maggio del 2006, invece, fu una esplosione a provocare la morte del capitano Manuel Fiorito e del maresciallo capo Luca Polsinelli. A pochi mesi di distanza, il 26 settembre, un attentato ad una decina di chilometri a sud di Kabul uccise il caporal maggiore Giorgio Langella e il collega Vincenzo Cardella. L’ultimo caduto nel novembre 2004, quando il maresciallo Daniele Paladini rimase ucciso nella valle di Pagman a seguito di un attentato suicida.
Un soldato australiano, Sean McCarthy, di 25 anni, è morto la scorsa notte a causa di un attentato compiuto nella provincia di Uruzgan, avvenuto anche in questo caso al passaggio di una pattuglia dell’Isaf, la forza internazionale guidata dalla Nato in Afghanistan.

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • VincenzoAliasIlContadino

    10 Luglio 2008 - 00:12

    CREDO dire no a missioni sia inammissibile ma a missioni impossibili sì non è possibile che si vada in guerra sporca in mezzo a territori ostile e criminale no contro altri soldati di un altro esercito ma a fare del bene esseri bombardati e sgozzati A tutto questo si deve dire basta e non spender miliardi inutili La benevolenza ovvero di offrire l altra guancia ci ha pensato l Alta Corte USA per dare diritti anche a detenuti di Guantanamo mi chiede se questi 5 Giudici abbiamo avuto dei morti al G0 o in queste guerre L abbiamo visto come questi terroristi trattano i prigionieri tra l altro anche innocenti allora perchè offrire diritti se questo resistenti ma sono terroristi punto e basta e per questo che si devono liquidare come dice Putin. Ergo o si va in guerra e si dice senza fare il Pierino come Parisi che per farsi perdonare passa dai girotondini e avere pure legnate visto che è sto un boomerang enzoaliassilcontadinoatalicepuntoitNB Senza punteggiatura per accettazione da Softwere

    Report

    Rispondi

blog