Cerca

La strage di Oslo

Migliaia in piazza cantano il brano odiato da Breivik

Quarantamila persone hanno intonato le parole del cantante norvegese Lillebjoern Nilsen "Bambini dell'arcobaleno"

Mentre continua il processo di Anders Behring Breivik autore della strage di Oslo, migliaia di persone sono scese in piazza e hanno cantato la canzone più odiata dall'assassino. Si tratta di "Bambini dell'arcobaleno" di Nilsen. 
Una voce sola

Quarantamila hanno cantato la canzone odiata da Breivik

 

Migliaia di persone sono scese in piazza a Oslo e hanno intonato la canzone che Anders Behring Breivik odia di più. Si tratta di “Bambini dell'Arcobaleno”, canzone dell’autore folk  Lillebjoern Nilsen  popolarissima in Norvegia, adattamento di un brano del grande cantautore americano Pete Seeger, “La mia corsa all'arcobaleno”, che il fanatico di estrema destra aveva detto di detestare perché utilizzata come subdolo metodo d'indottrinamento marxista. 

Il testo - "Vivremo insieme, ognuna sorella e ognuno fratello, piccoli figli dell'arcobaleno e di una terra verde", recita il ritornello: un inno all'integrazione e all'eguaglianza che ovviamente non poteva non far dare di matto a un tipo come Breivik. 

Il killer - Breivik, 77 morti complessivi nelle due stragi del 22 luglio scorso, una settimana fa in aula disse ai giudici che si tratta di "un ottimo esempio d'infiltrazione marxista nella scena culturale", e di un "tipico caso del lavaggio del cervello imposto agli scolari norvegesi".  

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Obiettore

    Obiettore

    28 Aprile 2012 - 13:01

    Quarantamila che hanno avuto lo sciacquo del cervello, se non altro per la pioggia.

    Report

    Rispondi

  • Obiettore

    Obiettore

    28 Aprile 2012 - 13:01

    Quarantamila che hanno avuto lo sciacquo del cervello, se non altro per la pioggia.

    Report

    Rispondi

blog