Cerca

Violenza

La Milano di Pisapia fa paura alle donne
5 episodi di violenza in 3 giorni

Il caso più grave quello della donna violentata in pieno giorno al parco Litta. Altre quattro donne sono state aggredite in varie parti della città

Milano, ultimamente, sta diventando una città pericolosa per le donne. A certificarlo sono i numeri: 5 episodi di violenza in soli tre giorni. Il fatto più grave, quello della donna stuprata nel parco di Villa Litta. La vittima è ancora sotto choc e gli agenti sono sulle tracce di uomo biondo che indossava guanti in lattice. Oltre a lei sono state aggredite altre quattro donne in diverse zone della città. In via Bruzzesi, al Giambellino, un uomo si è infilato in casa di una 66enne e ha tentato di violentarla. Solo la ferma reazione dell'anziana ha scongiurato il peggio. A Gorla, invece, è stato arrestato un senegalese di 27 anni che ha abusato di un'amica camerunense di 24. Due ragazze invece sono state palpeggiate e importunate da un maniaco cingalese, fermato dalla polizia. Tra i cittadini milanesi serpeggia la paura, considerato anche il fatto che gli atti di violenza si sono verificati in pieno giorno e in luoghi frequentati. "E il fallimento del modello sicurezza di Pisapia" ha ammonito l'ex vicesindaco Riccardo De Corato.

Milano

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Il_Presidente

    30 Aprile 2012 - 22:10

    una ridicola scusa demagogica da cartone animato imposta al solo scopo di forzare l'assistenza a popoli straccioni e selvaggi, che hanno trovato il bengodi dello scrocco e della delinquenza in Italia. Presto saremo una fogna a cielo aperto, raccattando altri africani,indiani,selvaggi dell'est e feccia povera simile.

    Report

    Rispondi

  • emilioq

    30 Aprile 2012 - 07:07

    Visto che nessuno si muove in vostra difesa, procuratevi un'arma e sparate per prime al primo accenno di fastidio!!!!!!!

    Report

    Rispondi

  • liberal1

    29 Aprile 2012 - 16:04

    Lo diceva berlusca povera milano con i comunisti e così è stato ma il problema non è solo pisapia è la legge carceraria metteli a pane acqua e tavolaccio e vedrete se le galere saranno piene anzi alla fine con il carcere duro come quello descritto nessuno non romperà più il cazzo nessuno righeranno tutti dritti capito caro pannella dei miei stivali tu e le tue amnistie e svuota carceri. Se ci fosse una politica forte imporrebbe ai giudici di non fare le facili scarcerazioni.

    Report

    Rispondi

  • Fosca1947

    29 Aprile 2012 - 13:01

    Auguro ai milanesi che la loro città diventi come il modello del multiculturalismo nordico, Oslo. Certamente il loro buon sindaco si è ispirato a quella città. Bravo, è già sulla buona strada.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog