Cerca

Grane padane

Bossi si ricandida e sabota la Lega: nessuno parla di sciopero fiscale

Il Senatùr annuncia di ricandidarsi al Congresso federale e fa ombra all'iniziativa anti-Imu di Maroni

La picconata di Tosi

Flavio Tosi, sindaco di Verona, ha criticato l'ex segretario della Lega Umberto Bossi

Umberto Bossi fa ombra alla Lega. "Lo vuole la gente, mi devo ricandidare per forza", ha confermato domenica il Senatùr dal palco di Zanica per il Lega Unita Day. Parole ben accolte, ufficialmente, da tutti i leader del Carroccio e soprattutto dalla base padana che non vuole separarsi dal suo simbolo. Per ora soltanto un papavero leghista, in verità sempre un po' a se stante, ha osato criticare la scelta. E' Flavio Tosi, che a pochi giorni dalle elezioni comunali di Verona in cui si giocherà la permanenza sulla poltrona di sindaco ha tuonato: "La ricandidatura di Umberto Bossi a segretario federale? non me l'aspettavo. E francamente la ritengo inopportuna". Poi prova a mediare: "Dopo di chè, ovviamente, al congresso ognuno è libero di candidarsi e saranno i militanti a decidere se il segretario sarà ancora lui o qualcun altro. Naturalmente il sottoscritto si augura che sia Roberto Maroni".

Il piano di Bobo - E a masticare amaro è proprio Roberto Maroni. Il triumviro e segretario in pectore ha fatto buon viso, anche perché sa che sarebbe non solo impopolare ma addirittura suicida contestare la decisione dell'ex capo. A non adargli giù però è il fatto che con la sparata sulla candidatura al Congresso federale di fine giugno Bossi abbia finito per mettere in secondo piano la campagna maroniana sullo sciopero fiscale. Il raduno leghista che doveva servire come cassa di risonanza per dire no all'Imu, trascinare i Comuni (almeno quelli del Nord) e dare una spallata al governo Monti e alla maggioranza Pdl-Pd-Terzo Polo è tornato così ad essere la scena per il gran ritorno del caro vecchio leader. Di lui, e non delle tasse sulla casa, si è parlato sui giornali. Con tanti saluti alle aspirazioni di Bobo e alla sua linea dura.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • raucher

    03 Maggio 2012 - 19:07

    malandato di salute , ora deve ritirarsi dignitosamente. Ha già commesso l'errore di contare sui figli , evidentemente ignoranti e sbruffoni , è ora di riconoscere l'amara realtà e andarsene.

    Report

    Rispondi

  • Renatino-DePedis

    03 Maggio 2012 - 17:05

    quali sarebbero le tantissime cavolate, pressapochismi e invenzioni? le dovrebbe confutare con dei fatti, non con vuote parole. cito:" Questi articoli fanno gli interessi dei poteri forti che hanno come unico avversario la Lega." la Lega? la Lega Ladrona intende? la Lega unico avversario dei poteri forti. Beh questa è una delle più grosse cazzate che ho mai letto. http://it.wikipedia.org/wiki/Bancopoli Gianpiero Fiorani le ricorda qualcosa?

    Report

    Rispondi

  • williamc

    03 Maggio 2012 - 16:04

    Oggi su Libero ho letto gli articoli di Sechi e di Oneto. Articoli denigratori. Ma questi due li pagate voi? Io non ci credo. In questi due articoli ci sono tantissime cavolate, pressapochismi e invenzioni. Questi articoli fanno gli interessi dei poteri forti che hanno come unico avversario la Lega. Voi che avete riempito le pagine del quotidiano inveendo contro la Casta permettete a questi due di dire certe boiate? Comunque la Lega è un partito democratico al Congresso ci saranno le votazioni sul nuovo segretario. Vincerà chi prende più voti. E sarà sicuramente Maroni.Saluti.

    Report

    Rispondi

  • marcoxx62

    03 Maggio 2012 - 15:03

    Ma dai??! Adesso spudoratamente bossiani siete diventati? Perchè è amico del Berlusca e perchè è l'unico che si potrebbe rialleare con lui? Parole ben accette dalla base? Per ora soltanto un papavero leghista? Ma per favore, ma cosa scrivete? Se invece di bossi con le sue canottire, i suoi rutti e le sue pernacchie ci fosse uno come Tosi (o Maroni) a capo della Lega farebbe il pieno di voti. La gente del nord è ideologicamente leghista, ma molti non la votano perchè nauseata da bossi e dalle sue burinate. Se ci fosse un leader decente farebbe uno sfracello di voti e si prenderebbe tutto il nord Lombardia compresa. La base, esclusi pochi montanari buzzurri, questo lo ha capito benissimo e di Bossi non ne vuol più sapere, altro che. Gentilmente non scrivete assurdità. Ricordatevi che tra i vostri lettori ci sono una quantità enorme di maroniani. Sicuramente molti di più dei bossiani che ormai sono una minoranza che non ha capito nulla.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog