Cerca

Magagne di sinistra

Il magna-magna di Luigi Lusi:
"Nozze a spese del partito"

L'ex tesoriere della Margherità pagò 30mila euro lo chef stellato per il suo matrimonio

Il magna-magna di Luigi Lusi:
"Nozze a spese del partito"

"Case, viaggi, prestiti ad amici e addirittura lo chef d’eccezione per il suo matrimonio. Tutto a spese della Margherita e messe in atto grazie all’aiuto di un «gruppo di sostegno» che doveva garantire al capo un futuro politico", spiega Rita Cavallaro su Libero in edicola oggi. Il campione della vita a sbafo è Luigi Lusi, l'ex tesoriere della formazione politica di Francesco Rutelli. Lusi 'si offrì' anche le nozze a spese del partiti, con tato di chef stellato pagato la bellezza di 30mila euro. Su Repubblica, Paola Binetti teodem approdata all'Udc spiega quali possono essere state, secondo lei, le motivazioni che hanno spinto Lusi a pagarsi le nozze coi soldi del partito: "Il prelievo pure per il banchetto è stato dettato forse dal fatto che voleva fare bella figura con i parenti della sposa che venivano dal Canada e pensava di prendere quei soldi in prestito. Poi visto che nessuno controllava..."

Leggi l'approfondimento su Libero in edicola oggi, venerdì 4 maggio

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • contenextus

    05 Maggio 2012 - 10:10

    I partiti e la politica ci derubano. Costui deruba i nostri ladri. Una piccola soddisfazione. Fossi stato in lui sarei già sparito da tempo. Con tutti i soldi. Alla faccia di ruttelli, e degli altri capoccia.

    Report

    Rispondi

  • neta94

    05 Maggio 2012 - 09:09

    Ma si sa chi e' questo chef? Ha rilasciato fattura ?

    Report

    Rispondi

  • sparviero

    04 Maggio 2012 - 16:04

    voleva semplicemente assicurarsi di mangiare bene.Il compenso allo chef è solamente un dettaglio, tanto non pagava lui ma noi. Ricordo che diamo 30.000 euro di pensione anche ad Amato, sai che pranzetti succulenti si fa anche lui!

    Report

    Rispondi

  • Roberto51

    04 Maggio 2012 - 14:02

    Prego codesta redazione di correggere il refuso di questi articoli sull'utilizzo dei fondi dei partiti, dovuto sicuramente ad un errore del vostro correttore di bozze: la dicitura corretta non è "soldi del partito" ma "soldi dei contribuenti". Vi ringrazio per l'attenzione.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog