Cerca

Rivelazione

Un pentito: il regista di Gomorra pagò i boss per girare il film

La gola profonda Oreste Spsgnuolo sostiene che Garrone mandò 20mila euro al vice di Setola

Un pentito: il regista di Gomorra pagò i boss per girare il film

Senza il pizzo Gomorra non sarebbe stato mai girato. Tra le centinaia di pagine di deposizioni del pentito Oreste Spagnuolo spunta il nome di Matteo Garrone, il regista di Gomorra che sarebbe stato vittima di un'estorsione. Il quotidiano il Fatto  riprende il libro "Confessioni di un killer" scritto dalla giornalista Daniela De Crescenzo edizioni 'Ancora del Mediterraneo'  sulla vita di Spagnuolo che  racconta del pizzo pagato da Garrone alla camorra.  La Procura di Napoli nei prossimi giorni potrebbe sentire il regista. Nel film Gomorra spesso realtà e fantasia si sono intrecciate come gli attori camorristi chiamati a recitare la loro realtà. Gomorra, tratto dal libro di Roberto Saviano, ha incassato oltre dieci milioni di euro e continua a far parlare di sè. Non solo da un punto di vista cinematografico. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • rendagio

    13 Maggio 2012 - 08:08

    un povero pennivendolo, arrogante sbruffone, un ommeimmerda..... lavora i campia con la zappa in mano

    Report

    Rispondi

  • Uchianghier

    Uchianghier

    11 Maggio 2012 - 17:05

    E' mai possibile che Saviano non si sia accorto di nulla, lui che dichiara di avere il fiuto di un cane da salotto.

    Report

    Rispondi

blog