Cerca

Fassino

Il sindaco di Torino fischiato allo stadio. Rinuncia a parlare

I tifosi contestano il sindaco che rinuncia a prendere il microfono dopo Andrea Agnelli

Il sindaco di Torino fischiato allo stadio. Rinuncia a parlare

Piero Fassino, nonostante la sua forte fede calcistica per la Juve, è stato fischiato dalla curva bianconera. I tifosi, seppur gioiosi per la festa dello scudetto non hanno risparmiato critiche al sindaco di Torino (già criticato in occasione della festa dei lavoratori il primo maggio scorso). Lo stesso Fassino, evidentemente non si aspettava, un'accoglienza di questo tipo tanto che poi ha dovuto rinunciare a parlare dopo Andrea Agnelli allo stadio. I fishi al primo cittadino arrivati proprio nel giorno della festa dello scudetto, dimostrano lo scollamento tra cittadini e politici. In questo caso, è anche il segno del malcontento dei torinesi per il sindaco già contestato (seppur tra qualche applauso) per l'inaugurazione dello stadio. 


 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • allianz

    15 Maggio 2012 - 19:07

    Ma non avevano fatto un referendum per buttare fuori dalle banche i partiti?Hanno tenuto tanto conto del nostro giudizio-l'85%aveva optato per il SI-che di banca se ne sono fatti una...E meno male che il popolo è sovrano..Contiamo come il due di spade quando non è briscola.

    Report

    Rispondi

  • bruno osti

    15 Maggio 2012 - 19:07

    guarda, il tuo nome dice tutto.

    Report

    Rispondi

  • bruno osti

    15 Maggio 2012 - 19:07

    non era esclamativa ma interrogativa: "...l' allora leader diessino pronuncia la frase «e allora siamo padroni di una banca?». Consorte risponde sì, «è chiusa, è fatta, l'abbiamo». Fassino subito aggiunge: «Siete voi i padroni della banca, io non c' entro niente». Anche se la conversazione era stata giudicata ininfluente ai fini giudiziari, il segretario ds viene attaccato dal centrodestra..." Maldestri, siete solo dei maldestri

    Report

    Rispondi

  • bruno osti

    15 Maggio 2012 - 18:06

    esattamente come nel Veneto, in Abruzzo, Sicilia, la Brianza, la bergamasca, il cunneense, una volta terreno della DC ed ora di Lega e PDL che sono, più o meno la stessa cosa

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog