Cerca

Sondaggio

Grillo schizza al 12 per cento
E' diventato il terzo partito

Secondo Dempolis il Movimento Cinque stelle ha un bacino potenziale del 20%: 7 italiani su 10 non si sentono rappresentato dal partito che ha votato nel 2008

Grillo schizza al 12 per cento
E' diventato il terzo partito

Oltre sette italiani su dieci non si sentono rappresentati dal partito votato alle politiche 2008. E quest'insofferenza nei confronti dei partiti politici determina la crescita del Movimento a cinque stelle di Beppe Grillo che, secondo un sondaggio dell'Istituto Demopolis passa dal 2,4% di giugno del 2010 al 7,8% e si assesta oggi al 12%. “È l’effetto, anche emulativo, della risonanza mediatica che ha seguito il recente successo alle Amministrative, afferma il direttore dell’Istituto di ricerche Pietro Vento; di fronte all’assenza di concreti e percepibili segnali di rinnovamento da parte dei partiti tradizionali, il Movimento di Grillo diviene oggi, virtualmente, la terza forza politica nel Paese, con un bacino potenziale che tocca il 20%: un italiano su cinque prenderebbe in considerazione l’ipotesi di un voto al movimento del comico genovese

Identi. Il 43% di chi voterebbe oggi il Movimento 5 Stelle – prosegue Pietro Vento - attribuisce la propria scelta all’esigenza di contribuire ad un radicale cambiamento della classe politica; il 28% perché non si sente più rappresentato da alcun altro partito, il 19% per dire “basta” alla politica economica dell’Unione Europea e del Governo Monti”.  Cinque Stelle ha il suo bacino più forte nell’elettorato sotto i 50 anni, ottiene consensi superiori alla media tra i laureati e soprattutto tra i navigatori abituali della Rete (21%): uno su cinque, se ci recasse alle urne per il rinnovo del Parlamento, sceglierebbe Grillo. Gli elettori grillini, critici verso il sistema, rivelano un grado di attenzione verso la politica nettamente superiore al dato medio nazionale. % sottratta proprio al partito fondato da Umberto Bossi.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • illuminante

    21 Maggio 2012 - 19:07

    Siamo stanchi dei vecchi professionisti della menzogna e dell' arroganza, riciclati del P.C.I., D.C., P.S.I. del M.S.I., che vivono da nababbi con i soldi dei poveri contribuenti. Basta! Hanno rovinato l'Italia ! Mandiamoli a casa e sostituiamoli con volti nuovi, piu' simpatici e piu' giovani.

    Report

    Rispondi

  • gigi primo

    19 Maggio 2012 - 14:02

    provate a immaginare: coloro che alla prima giornata non hanno votato per uno dei due, si astiene al ballottaggio o non va a votare, riduce la percentuale dell'eletto ad un 30% dei cittadini, non potrà mai qualificarsi come Sindaco dei Parmigiani!

    Report

    Rispondi

  • dx

    19 Maggio 2012 - 09:09

    che grillo è quel che si meritano i ns politici. e, parliamoci chiaro, quel che dice non è poi così falso... dovrebbero riflettere i politici ma non possono anzi, non ne sono capaci e non vogliono rinunciare, prima di tutto, ai loro personali interessi e poi ai loro traffichini quotidiani di barcamenarsi e tirare a campare mentre ci sarebbe bisogno di una politica nuova e più adatta alla modernità e difficoltà dei tempi che corrono.

    Report

    Rispondi

  • liberal1

    19 Maggio 2012 - 07:07

    W GRILLO se serve per mettere pepe al culo del parlamento Italiano e cioè a tutta la politica che si arrocca sulle loro poltrone e benefici che noi miseri mortali italiani non abbiamo. Sarebbe curioso vedere i grillini nelle amministrazioni locali come fanno politica con l'antipolitica se ciò che dicono sono vere oppure si democristainizzano o pieddizzano o meglio ancora pdellizzano o ancora di più si legalizzano nel senso Bossiano del termine. VEDERE PER CREDERE

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog