Cerca

Finale choc

Champions, il trionfo del Chelsea:
Drogba e Di Matteo fanno il miracolo

I blues vincono ai rigori contro il favorito Bayern, a Monaco. L'ivoriano segna l'1-1 e il rigore decisivo, il tecnico italiano lascia da fenomeno

Il mister subentrato  Vilas Boas riesce a fare quello che non è riuscito a Mourinho e Ancelotti. Delusione bavarese: Robben flop
Champions, il trionfo del Chelsea:
Drogba e Di Matteo fanno il miracolo

Miracolo a Monaco di Baviera. Il Chelsea di Roberto Di Matteo vince la Champions League per la prima volta nella sua storia e lo fa ai rigori contro il Bayern Monaco nello stadio dei bavaresi, l'Allianz Arena. Decide il penalty perfetto di Didier Drogba, l'uomo del destino. Il fenomeno ivoriano, a 33 anni, corona una carriera meravigliosa. Era stata una sua zuccata portentosa, a 2' dalla fine, a riacciuffare il Bayern passato in vantaggio pochi minuti prima grazie ad un altro colpo di testa di Muller. Sempre indietro, sempre in sofferenza ma altrettanto ordinata e volitiva, la squadra di Di Matteo rischia più volte il ko: nel primo tempo supplementare è Drogba a stendere goffamente Ribery in area. Rigore, ma Robben si fa bloccare il tiro da Cech. Si arriva alla lotteria. Mata sbaglia subito, il Bayern va avanti nel delirio dei tifosi di casa e pregusta il trionfo. Ma Cech si supera su Olic e Schweinsteiger (palla sul palo, deviazione leggera e decisiva) negli ultimi due tiri. Sul dischetto va Drogba, ha la palla che lo trasformerà in eroe e non sbaglia. Di Matteo, salvo imprevisti, lascerà da campione d'Europa e si accaserà in un club che lo apprezzerà di più di quanto non abbia fatto finora il suo presidente Abramovich. Non è bastata la rimonta sul Napoli agli ottavi, la vittoria nell'Fa Cup sul Liverpool, l'eliminazione del favoritissimo Barcellona in semifinale, il prodigio bavarese. Il piccolo Guardiola saluta, ma da fenomeno.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog