Cerca

L'appello di Daniela

Santanchè disperata: "Berlusconi, aiutaci tu"

La pasionaria Pdl: "Silvio deve scendere in campo personalmente, non basta cambiar nome al partito. Il governo? Staccherà la spina il Pd"

Daniela Santanchè

Emergenza Pdl, qua serve Silvio Berlusconi. Daniela Santanchè sarà anche la possibile nuova candidata premier per il 2013, ma la pasionaria azzurra sente ancora la nostalgia del Cavaliere, specie dopo la batosta elettorale alle amministrative. Il segretario Alfano non la rassicura per nulla. "Mi auguro che il presidente Berlusconi scenda in campo personalmente e ci dica quali sono gli obiettivi e quali risposte diamo agli italiani. Non basta cambiare il nome: qua non serve una pittata, cambiare il colore della casa - commenta la Santanchè ospite di Omnibus, su La7 -. Qua ci vuole dell'altro, ci vuole sapere, come ha saputo fare sempre e meglio degli altri Silvio Berlusconi, e sentire la gente che cosa ci chiede". Secondo alcuni il nuovo Berlusconi, quello più in grado di entrare in sintonia con la gente, oggi è Beppe Grillo... "A Parma - ha spiegato la Santanchè - il nostro elettorato è andato a votare il grillino pur di non consegnare la città alla sinistra, perché non c'è un'alternativa. Se anche arrivano al 12% cosa se ne fanno se poi non si alleano con una forza politica a destra o a sinistra?".

Aria di urne - Sembra quasi un assist al comico sempre più politico, anche perché tira aria di voto anticipato: "Sono convinta che la spina al governo Monti la stacca il Pd - prevede la deputata Pdl -. Daranno la colpa a noi ma la staccheranno loro". E anche qui, una caramella per Berlusconi: "Io credo che per gli italiani aver messo lì Monti sia un disastro assoluto. Sospendere la democrazia fa male, i risultati non ci sono. Io mi sono battuta nel nostro ufficio di presidenza perché non capivo la scelta del presidente Berlusconi. Ma dopo pochissimo mi sono convinta che Berlusconi aveva fatto la scelta giusta, di responsabilità, e quindi bene avevamo fatto a seguirlo". Poi la svolta negativa: "Quando ho visto le liberalizzazioni e soprattutto l'atteggiamento sulla riforma del mercato del lavoro ho capito che questa non è la nostra strada". "La nostra gente, perché la maggioranza di quel 50% che non ha votato sono elettori nostri, ci ha detto 'così non ci piace, così non vi seguiamo, così non verremo più con voi'. Non credo che stiamo seguendo una linea giusta, non credo che tassare la casa, fare la patrimoniale sui poveri, sia giusta. L'Imu è una patrimoniale sui poveri". Insomma, "il dibattito nel nostro movimento - ha concluso - dev'essere molto franco e dobbiamo capire cosa fare. Spero che ci sia un ufficio di presidenza nei prossimi giorni e si possa discutere e insieme prendere delle decisioni".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • KING KONG

    23 Maggio 2012 - 11:11

    dovevi dargliela quando te l'ha chiesta....ora non gli interessi più....cretina

    Report

    Rispondi

  • liberal1

    23 Maggio 2012 - 06:06

    Qui comanda l'economia internazionale lo avete capito o no ? Se non gli ridanno i soldi sarà sempre peggio. Il problema è fare cassa e per fare cassa è abbattere Equitalia Fermare gli interessi giornalieri fermare i pignoramenti e i suicidi la Santachè non sarà premier perché non la vuole nessuno ma non può fare nulla Solo Monti può fare di testa propria azzerare la politica e fermare equitalia e i suoi interessi Altrimenti a voglia a omicidi e suicidi. E dato che ce lo hanno messo i partiti che aspetta a mettersi la fiducia su cose come il taglio della politica e il blocco degli interessi di equitalia. Non è ne Berlusconi ne il PDL che può far ripartire l'Italia solo Monti ha l'avvallo dell'economia internazionale. E se facessimo sciopero fiscale non pagare niente che succederebbe? Monti e Befera sono sconfitti mica toglieranno le case agli a tutti gli Italiani no? Se poi lo fanno allora è chiaro il loro disegno impoverirci per far piacere a qualche straniero.

    Report

    Rispondi

  • CONTRUCCI

    23 Maggio 2012 - 03:03

    "Quando ho visto le liberalizzazioni..." ma che dice sta sciocchina? le liberalizzazioni sono ka strada per togliere di mezzo corporazioni inutili, vecchio stampo e casticchie sanguisughe per creare una vera concorrenza, come nei paesi civili del nord europa e nord amercia... niente... questa non vuole le liberalizzazioni... avra' qualche parente farmacista a cui deve parare il c.lo..

    Report

    Rispondi

  • orfanodidestra

    23 Maggio 2012 - 00:12

    In 6 mesi, la Santanchè è passata da 'Monti usurpatore', a 'Monti sta facendo un buon lavoro', a 'per gli italiani aver messo lì Monti è un disastro assoluto'. Sarà anche vero, come dice lei, che 'solo gli stupidi non cambiano mai idea', ma un cambio così rapido di ideali ce lo può avere solo una p*****a della politica.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog