Cerca

Sisma a Ravenna

Torna la paura al Nord
Terremoto anche in Romagna

Nuova scossa di magnitudo 4.5 nel Ravennate. Gli esperti: non c'entra con lo sciame dell'Emilia

Torna la paura al Nord 
Terremoto anche in Romagna

 

Una scossa di terremoto con magnitudo 4.5 si è verificata questa mattina alle 6.08 con epicentro al largo di Ravenna, in Romagna, ad una profondità di circa 25 chilometri. Il terremoto è stato avvertito anche nelle Marche. Le zone vicine all’epicentro sono Ravenna, Cervia e Alfonsine. Secondo la Protezione Civile, al momento non si registrano danni a persone o cose. Secondo l’Ingv, il terremoto si è verificato ad una profondità di 25,6 chilometri.Questa scossa non sarebbe collegata al terremoto che ha colpito l’Emilia nelle ultime settimane. Lo conferma Franco Mele, ricercatore dell’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia: “Si è trattato di un terremoto avvenuto all’estremità orientale di quello che definiamo arco ferrarese che si estende fino al ravvenate, opposta all’occidentale dove è avvenuto il sisma dell’Emilia. I due fenomeni non sono collegati fra loro”. Quello di Ravenna “è avvenuto in profondità, siamo a 80 chilometri di distanza. Il terremoto è stato avvertito su tutto il litorale perchè un sisma che avviene in profondità ha vasta eco”.

 Teremoto previsto C'è un documento della Protezione civile  pubblicato da Il Giornale che dimostra come la Commissione grandi rischi nel mese di gennaio dopo due lievi socesse tra Verona e Reggio Emilia avesse avvisato, al termine di una riunione, la protezione civile di "possibili eventi nelle stesse aree ma a profondità più superficiali che avrebbero un'area di risentimento più ridotta e danni potenziali più gravi". E aveva raccomandato a fare verifiche strutturali soprattutto sugli edifici di interesse pubblico. 

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog