Cerca

I numeri

Sorpresa: Schettino ha portato fortuna alla Costa Crociera

Niente tracollo dei passeggeri dopo la tragedia: le prenotazioni aumentate del 28% rispetto all'anno scorso

Sorpresa: Schettino ha portato fortuna alla Costa Crociera

Nonostante la tragedia della Concordia, quando nel naufragio del 13 gennaio al largo dell’Isola del Giglio morirono 33 persone a bordo, Costa Crociere non ha subìto il temuto tracollo di passeggeri, ma  ha registrato un incremento che fa ben sperare per l’estate ormai alle porte. Ad annunciarlo è stato ieri il presidente e ad di Costa Crociere, Pier Luigi Foschi, durante il suo intervento all’assemblea pubblica «Thak you for shipping!», organizzata dalla Provincia di Genova e dedicata all’azienda crocieristica italiana

I dati «Abbiamo registrato un incremento delle prenotazioni oltre le nostre aspettative pari al 28% rispetto agli stessi mesi dello scorso anno» ha dichiarato «a maggio abbiamo superato 1 milione di ospiti prenotati sulle crociere 2012». «Questo è un incoraggiamento per il futuro», ha spiegato Foschi, che ha raccontato anche cosa ha significato per la compagnia la tragedia del 13 gennaio: «Abbiamo cercato di trarre delle lezioni da quello che è accaduto, perché sarebbe imperdonabile non farlo. Il mondo ha progredito anche attraverso gli errori, gli incidenti. Questo è quello che abbiamo fatto nei primi mesi».Infine ammette come all’inizio ci sia stata «una pausa molto preoccupante delle prenotazioni, con un impatto su tutta l’industria crociere, che, in generale, si è  ripresa prima. Noi, invece, stiamo ancora soffrendo». Nonostante ciò Costa Crociere rimane leader nel settore della cantieristica in Italia, dove la compagnia «ha investito 5,8 miliardi di euro nei cantieri italiani, dal 1990 ad oggi».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • gian60

    11 Giugno 2012 - 18:06

    E se alla fine il tutto si rivelasse un reality show pubblicitario? Impossibile: forse sì ma, coi tempi che corrono, mai stupirsi! Se si pensa che Berlusconi voleva abbassare le tasse (e per ora ci hanno abbassato i pantaloni)!!!

    Report

    Rispondi

  • apemaia

    11 Giugno 2012 - 15:03

    diciamo che si poteva trovare un titolo diverso, così si manca di rispetto ai morti della tragedia. Vorrei solo dire a mickey mouse che il commento non è proprio centrato.. si muore decisamente meno in crociera rispetto alla macchina o persino alla bicicletta ... Crociere for ever! ovviamente con COSTA!

    Report

    Rispondi

  • Bolinastretta

    11 Giugno 2012 - 14:02

    Si certo che due cose sono corrette degli Italiani. Toccagli tutto ma non il calcio e le vacanze!! se poi un biglietto per la crocera costa anche il 60% in meno stesso trattamento dell'anno precedente e dopo il disastro, sfido che aumentano del 28% le prenotazioni!!! ma i conti della Costa come stanno?? e a discapito di cosa? personale!? sicurezza!? dai libero però non prestare il fianco ai delatori... se diamo le notizie riportiamole per quello che sono e complete per cortesia!!!

    Report

    Rispondi

  • graziella

    11 Giugno 2012 - 14:02

    Ed è giusto che sia così, nonostante le grandi tragedie come il Titanic nessuno ha smesso di costruire navi e così anche per la Concordia, si puniscano i colpevoli e le crociere ripartano. Non si sono mai fermati neppure i voli arei nonostante tutti gli incidenti dell'aria, la vita prosegue , fondamentale non ripetere gli errori fatali che spezzano vite umane,...e buone vacanze a tutti i croceristi !

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog