Cerca

Allarme di Moretti

Ferrovie in crisi nera
A rischio i treni locali

Se non ci saranno soldi a bilancio Fs sospenderà il trasporto locale

La società potrebbe così rischiare una denuncia per interruzione di pubblico servizio
Ferrovie in crisi nera
A rischio i treni locali

Le Ferrovie dello Stato sono in una crisi nera e nel 2013 in molte regioni italiane non ci saranno più i treni locali. A lanciare l’allarme è lo stesso Mauro Moretti, amministratoredelegato di Fs, a margine dell’incontro sull’Authority nei trasporti oggi a Milano: "Il budget dello Stato per le Ferrovie nel 2013 è incerto e   noi non possiamo fare debiti. Se non ci saranno soldi a bilancio non faremo il servizio regionale”. 

Poi Moretti ha sollevato un’altra questione, quella dei guadagni a passeggero: “Noi delle Ferrovie siamo quelli  sottopagati. Basti pensare che per quanto riguarda il servizio regionale “i ricavi per passeggero/chilometro  sono di 10,8 centesimi di euro”. In Germania, invece sono di venti centesini, in Francia di ventidue e in Inghilterra addirittura da 33 a 42 centesimi.

Se le cose non cambieranno, conclude Moretti, “l'unica cosa che potremo fare noi sarà interrompere il servizio”.  E se “verremo denunciati per interruzione di servizio vedremo come andrà a finire”. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • bruno osti

    12 Giugno 2012 - 09:09

    Probabilmente se in Italia pagassimo i biglietti come in quei Paesi, avremmo lo stesso servizio: un viaggio in treno in Inghilterra costa una follia, per esempio. Pretendere prezzi da BanglaDesh e servizi svizzeri mi sembra eccessivo; o no?

    Report

    Rispondi

  • gian60

    11 Giugno 2012 - 19:07

    Moretti potrebbe aver ragione ma in quegli Stati "sembra" che le ferrovie funzionino meglio! Alla stazione di Zurigo, poco tempo addietro e nell'annunciare il ritardo di un treno dall'Italia, si sono "preoccupati" di chiarire che il ritardo era avvenuto in Italia ...... Pretendere di più per taluni treni-pendolari (e non solo) è utopia allo stato puro!

    Report

    Rispondi

  • labirinth

    11 Giugno 2012 - 17:05

    i trasporti devono essere pagati. Certo che è molto megio se a pagarli sono gli altri.

    Report

    Rispondi

  • Caninforato

    11 Giugno 2012 - 17:05

    La scelta di dirottare tutti i finanziamenti nell'Alta Velocità, lasciando il trasporto locale alle Regioni (che hanno sempre meno risorse a disposizione) è una ben precisa scelta politica (in linea con le politiche sia sulla Sanità Pubblica che sulla Scuola Pubblica) e l'AD delle Ferrovie svolge (diligentemente) solo il compito che gli hanno assegnato. Il fatto che denunci l'impossibilità (finanziaria) di accollarsi il costo (SOCIALE) del trasporto locale (i pendolari per capirsi) gli fa solo onore, vista l'ignoranza dell'opinione pubblica, che traspare anche nei pochi commenti qui apparsi...

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog