Cerca

L'intervista

"Bisogna fermare la Merkel
ma Monti non è in grado"

L'economista Sapelli: "E se negli Usa vincessero i Repubblicani sarebbe una catastrofe"

"Il fondo chiesto dai tedeschi per assorbire i debiti in eccesso? Difficile da realizzare. La Germania deve svoltare, ma Monti è inadatto fare la voce grossa"
Giulio Sapelli

 

La ricetta è semplice: "Bisogna fermare la Merkel, ma Mario non è in grado". Lo spiega Giulio Sapelli, storico dell'economia e docente alla Statale di Milano, "mai banale e quasi sempre fuori dal coro", spiega Tobia De Stefano su Libero in edicola oggi. L'economista prosegue spiegando che il fondo chiesto dai tedeschi per assorbire i debiti in eccesso è difficile da realizzare. La Germania, aggiunge, deve svoltare: ma Monti è inadatto afare la voce grossa. Poi il timore: "Se a novembre negli Usa passano i repubblicani, Angela si troverà un nuovo alleato nella sua politica isolazionista e noi vivremo una catastrofe".

Leggi l'intervista a Giulio Sapelli su Libero in edicola oggi, giovedì 14 giugno, oppure acquistane una copia digitale

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • bomau

    14 Giugno 2012 - 10:10

    Potremmo dire alla Merkel che visto che nessuna nazione europea sembra essere degna di fare parte dell'Europa con lei, potrebbe sempre togliersi di mezzo e farsi i c...i suoi.

    Report

    Rispondi

  • JZS

    14 Giugno 2012 - 10:10

    Economista del ca..o Sapelli, preparati pure al DISASTRO di Novembre (se NON verrà emanata la "Legge Marziale" con qualche artifizio studiato ad hoc per impedire le elezioni!!!)

    Report

    Rispondi

blog