Cerca

Politica

Annarella a Napolitano: "Bisogna tagliare la testa a tutti

L'arzilla pasionaria al presidente della Repubblica

L'anziana, diventata simbolo della lotta contro la casta, consiglia senza troppi giri di parole un giro di vite in Parlamento
Annarella a Napolitano: "Bisogna tagliare la testa a tutti

Anche Giorgio Napolitano è diventato vittima di Annarella, l'arzilla signora romana diventata simbolo della lotta cotta la casta. Il Capo di Stato, che stava uscendo dalla Camera dei Deputati è stato fermato dalla donna per uno dei suoi show. Con un focoso "Fateme passa', m'ha chiamato lui!", Annarella si e' avvicinata al presidente, lo ha baciato e abbracciato dicendogli "Bravo, bravo" mentre il presidente della Camera Gianfranco Fini si preoccupava delle eventuali intemperanze della donna dicendole di stare buona. Annarella è stata buona ma per poco, poi ha sbottato: "Ce devi aiutà, perché qua tocca taglià la testa a tutti!", ha detto indicando Montecitorio e rivolgendosi a Napolitano. Il capo dello Stato però ha spezzato una lancia a favore del presidente della Camera esclamando: "A lui no, però".

 

Guarda il video su Libero Tv

Roma

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • tuula

    16 Giugno 2012 - 13:01

    Meglio arrestarli tutti e mandarli in Africa,presidente compreso. Marino

    Report

    Rispondi

  • frank-rm

    16 Giugno 2012 - 09:09

    Annarella la mitica al pari dell'Onorevole Angelina (Magnani). Personaggio neorealista degli anno 2000 espressione della Roma non ladrona.

    Report

    Rispondi

blog