Cerca

Il piano di Pier

Casini chiama a raccolta i moderati di Pd e Pdl
Un grande centro per vincere le elezioni

Il leader dell'Udc: per il post Monti va cambiata la legge elettorale

Pier Ferdinando Casini

Il piano di Pier Ferdinando Casini è unire tutti i moderati del centrodestra e del centrosinistra per formare una alleanza che vinca le prossime elezioni. Il leader dell'Udc parla in una intervista a La Stampa e dice: "Noi stiamo lavorando per creare un'area moderata più ampia dell'Udc con personalità ed esperienze diverse che si mettano assieme, anche con esponenti del Terzo polo. Dopodiché questa formazione moderata deve essere elemento fondamentale per garantire la governabilità del paese e salvarlo dal baratro". Cosa difficile da immaginare, sottolinea Casini, "emarginando una componente fondamentale come la sinistra riformista e allo stesso modo anche altre forze imperniate sul Ppe". Vedi Pdl. 

La legge elettorale - Ma per vincere le elezioni è innanzitutto necessario, secondo il leader dell'Udc, cambiare la legge elettorale. "Pensare di andare al voto senza una nuova legge elettorale è una follia allo stato puro come l'ipotesi di uscire dall'euro. Se vogliamo dare il colpo definitivo ai partiti e consentire a Grillo di avere il 40 per cento noi abbiamo solo una strada: non cambiare la legge elettorale". 

Il Cavaliere - Casini difende anche il governo Monti dalle recenti prese di distanza di pd e Pdl. "La grande fibrillazione nel Pdl e nel Pd certamente non aiuta un governo nato non per tirare a campare ma per fare". Poi stanga Berlusconi: "Chi è stato cinque volte premier non può non sapere che aprire un dibattito sulla possibilità che l'Italia esca dall'euro nel momento in cui Monti si appresta a ricevere Hollande, la Merkel e Rajoy, non può essere sottovalutato. E devo dedurro che sia intenzionale". 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • ceccopeppe1940

    23 Giugno 2012 - 19:07

    SAi prepara a ripartire l'immondo carrozzone democristiano.Quelli sono pronti a qualunque perversione pur di gestire del potere,poco o tanto che sia.Se dovessero mai contare qualcosa,tradiranno come al solito l'italia e chi li avra' votati.A me fanno vomitare,li ritengo anche piu' pericolosi dei comunisti,che non dissimulano i malanni che vogliono procurarci.Almeno.

    Report

    Rispondi

  • binariciuto

    23 Giugno 2012 - 12:12

    Cssini ha un piano, ergo pensa, ergo ha un cervello funzionante: davvero non me l'aspettavo!

    Report

    Rispondi

  • Gabryele87

    23 Giugno 2012 - 02:02

    Dopo anni ed anni di mal governo DC la gente è stufa , ma Casini sembra voler insistere col suo folle piano di far risorgere un mega centro che non è nè carne nè pesce e come unico desiderio ha quello di instaurare una nuova dittatura di disfattismo e sudditanza.

    Report

    Rispondi

  • ilrobertino

    22 Giugno 2012 - 22:10

    ma non erano stati chiusi nel 1958? ma va a laurà, barbu!

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog