Cerca

Como

Colpi di fucile per festeggiare l'Italia
Grave una bambina di dieci anni

La piccola era in auto con la sua famiglia quando è stata colpita da un proiettile

I festeggiamenti per la vittoria dell'Italia si sono trasformati in tragedia per una bimba di 10 anni di Como. Un colpo di fucile esploso da uno sconosciuto l'ha colpita mentre era in auto con la mamma e col papà. La piccola ora è ricoverata in prognosi riservata, èpL’episodio è avvenuto nel quartiere di Monte Olimpino. Decine di pattuglie dei carabinieri, da ieri sera, sono impegnate a dare la caccia al folle che ha sparato e che ha rischiato di trasformare una festa in tragedia.

Festeggiamenti pericolosi Come in molte città italiane subito dopo il fischio finale della partita, per le strade di Como ieri sera si sono riversate centinaia di persone per i tradizionali caroselli d’auto. Tra queste anche una famigliola con la figlioletta. D’improvviso, poco prima della mezzanotte, mentre stava percorrendo via Bellinzona, il lunotto posteriore della vettura è andato in frantumi, colpito in pieno da una fucilata esplosa non si sa da chi. Il proiettile vagante ha centrato in pieno la piccina che sedeva sul sedile posteriore. Sotto choc, mamma e papà sono corsi all’ospedale Valduce di Como dove la bimba è stata ricoverata. Secondo quanto si apprende non sarebbe fortunatamente in pericolo di vita anche se in queste ore dovrà essere sottoposta ad un intervento chirurgico per l'asportazione del proiettile. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • 19gig50

    29 Giugno 2012 - 13:01

    L'altro giorno su questa rubrica c'erano le immagini forti della decapitazione di un uomo in Arabia, pena riservata agli assassini, stupratori e trafficanti di droga. Se in Italia si adottasse questo sistema, allargandolo anche per chi spara a vanvera, sicuramente la gente starebbe più attenta.

    Report

    Rispondi

blog