Cerca

In Iraq

Raghdad non portava il velo e per questo è stata sfigurata

Per punirla, nel 2010 un gruppo di estremisti islamici le ha gettato contro una molotov che le ha deturpato viso e corpo

Oggi la ragazza riporta ustioni sul 45% del corpo e si è trasferita a Berlino dove negli anni si è sottoposta ad una serie di delicatissimi interventi chirugici
Raghdad non portava il velo e per questo è stata sfigurata

In tutta Baghdad, Raghdad, 33 anni, era diventata un simbolo per molte donne, era apprezzata e molto invidiata per la sua decisione, non voleva indossare il velo e nonostante la sua fede islamica non credeva in quella tradizione. Fino al 2010, la vita di Raghdad è stata una vita normale, oltre al lavoro in banca, la donna faceva anche la mamma prendendosi cura del figlio di tre anni ma il tre novembre di quell'anno la sua vita cambiò radicalmente: un gruppo di integralisti islamici le ha tirato contro una bomba molotov che le ha sfigurato completamente il corpo e il volto. Una volta arrivata in ospedale, i medici che l'hanno soccorsa erano sicuri che avesse poche ore di vita. Invece Raghdad ce l'ha fatta ed è ancora viva, nonostante le terrbili ustioni riportate sul 45% del suo corpo. La famiglia ha venduto gran parte dei suoi averi per portarla a Berlino, dove si è sottoposta a numerosi interventi di chirurgia plastica eseguiti presso il centro dedicato alle vittime del terrorismo della città. Oggi, la giovane donna irachena continua a vivere la sua vita diventando un simbolo per tutte quelle donne che, come lei, portano sulla propria pelle i segni dell'estremismo religioso e della follia di certi uomini. 

 

Baghdad

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Aldirottatore

    26 Novembre 2015 - 17:05

    Alcune irregolarità vengono date dal maschilista che interpreta il Corano (nella maniera correta no eh?!!)

    Report

    Rispondi

  • cavallotrotto

    11 Luglio 2012 - 11:11

    in italia , si viene a sapere per caso che una tapina islamica è stata murata viva con la figlioletta di pochi mesi . il paesone è trecate in provincia di novara. a novara vedi passare le islamiche con il burca , rimangono scoperti solo gli occhi , un filo , a galliate passano le islamiche con il burka con la rete .e nessuno dice niente . anzi dicono lasolita vaccata di sinistra " è la loro cultura " idioti perchè non vi mettete voi il velo , golfino di lana , mutandoni e sopra un altro vestito. e poi camminate al sole e poi magari lavorate come muratori. siete delle bestie carogne , insieme a voi anche bagnasco che critica sempre . ho sentito il vescovo di un paese africano , aoh gli stanno distruggendo le chiese e chiede aiuto a noi . caro signorotto arrangiati, togli la tonaca e aiuta i tuoi cristiani , noi siamo pieni di musulmani mica chiediamo aiuto ai maraja.

    Report

    Rispondi

  • gianko

    11 Luglio 2012 - 10:10

    i buonisti d'accatto, i kakò (cattocomunisti) le quinte colonne, quelli che si battono ancora il petto dopo 1000 anni per le crociate dimenticando che l'islam ha iniziato da subito la conquista e la conversione forzata delle polazioni circostanti, nel 700 era già arrivato in Spagna e ci rimase sino al 1492..) ma si sa la Storia che dovrebbe essere magistra vitae in realtà agli idioti non insegna niente.. W Lepanto, W Poitiers, W Eugenio di Savoia, W R. Montecuccoli e tutti quelli che nei secoli hanno dato sonore batoste ai 'caproni'

    Report

    Rispondi

  • allianz

    10 Luglio 2012 - 13:01

    Nel centro storico....Mi duole pensare che il centro storico è caduto in degrado da quando sono arrivati i nuovi barbari...In certi punti,nelle viuzze strette piu che al centro storico di Firenze mi pareva di essere a Massembrega(Libia)...Odore schifoso di Orina...Questi signori,come a Genova,l'hanno trasformata in una classica città mediorientale,contraddistinta,per l'appunto dall'odore di piscio...Alla faccia dei buoni proclami della Fallaci.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog