Cerca

Proposta dall'Australia

La coppia etero vuol far sesso ai Giochi: "I gay possono, perché noi no?"

Russell Mark e Lauryn Ogilvie, tiratori al volo, chiedono di poter dormire nella stessa stanza. Il Cio: "Andate in albergo"

La bella Ogilvie è famosa, oltre che per le imprese sportive, per i servizi fotografici decisamente... hot
Russell Mark e la moglie Lauryn Ogilvie

Sesso libero al villaggio olimpico e pari diritti per etero e omosessuali. Una battaglia di civiltà, o almeno così la dipingono il tiratore australiano di double trap Russll Mark, 48enne argento a Sidney 2000, e la moglie Lauryn Ogilvie, 36, campionessa di skeet nonchè atleta piuttosto disinibita, a giudicare dai servizi fotografici piuttosto hot realizzati per fare pubblicità al tiro al volo. La coppia vorrebbe poter passare un po' più tempo insieme, anche di notte, alle imminenti Olimpiadi di Londra 2012 ma i regolamenti del Cio non lo permettono: dovranno dormire in stanze separate. "E' un trattamento ingiusto anche a causa delle 'tonnellate' di atleti gay che invece possono", hanno fatto sapere i coniugi Mark, stizziti, alludendo alla facoltà degli atleti omosessuali di condividere la medesima stanza da letto in quanto appartenenti allo stesso sesso. Un caso di discriminazione sessuale al contrario, dunque, ma il Cio non si intenerisce: "Per dormire insieme andate in albergo". 

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • lepanto1571

    17 Luglio 2012 - 12:12

    Che i discriminati non fossero i gay o le donne, lo sospettavamo.

    Report

    Rispondi

blog