Cerca

La maxi-opera della discordia

Il ponte sullo Stretto non si fa
Gli appalti invece proseguono

Il governo Monti ha ridotto i finanziamenti ma il "cantiere" è ancora aperto

Il ponte sullo Stretto non si fa
Gli appalti invece proseguono

Il Ponte sullo Stretto non si farà. Lo dicono tutti, compreso il ministro dello Sviluppo Economico, Corrado Passera. Ma in Sicilia il cantiere va avanti con  il carico di costi, di carta, di programmi che, alla fine qualcuno dovrà pagare. Su alcuni quotidiani, infatti, sono apparsi due grandi «avvisi al pubblico» dai quali emerge chiaramente che l’appalto è tutt’altro che fermo. Del resto, far saltare il progetto del Ponte può costare allo Stato tra i 500 e gli 800 milioni di penale. È già stato approvato lo stanziamento di 1,3 miliardi, con l’aggiunta di di 300 milioni per l’aumento di capitale della società Stretto di Messina. Se l’opera venisse cancellata la penale potrebbe valere da 160 a  400 milioni.  

Leggi l'articolo integrale di Nino Sunseri su Libero in edicola oggi, martedì 17 luglio 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • blu521

    18 Luglio 2012 - 16:04

    E chi aveva dubbi? Una simile bestialità poteva venire solo al premier più corto degli ultimi 150 anni. Aveva promesso di ultimare pure la Salerno-Reggio Calabria, infatti... Quante promesse dal barzellettiere, il "contratto" con gli italiani, i milioni di posti di lavoro. Adesso è occupato con la "liquidazione" alla Minetti e con il nuovo nome del partito. Altro che comiche finali, questa é una tragedia. Speriamo che quando si decide ad andare a testimoniare a Palermo gli facciano un po' di spazio all'Ucciardone.

    Report

    Rispondi

  • allianz

    17 Luglio 2012 - 14:02

    E mi sembrava....Se pero' il progetto va avanti,chi si frega i soldi?

    Report

    Rispondi

  • iltrota

    17 Luglio 2012 - 10:10

    Penali???? Che le paghi Silvio Berlusconi e il suo codazzo di lacchè, che dichiaravano il ponte "grande opera fondamentale per lo sviluppo del Paese" (o qualche str0nzata simile...): ci hanno stracciati i k0gli0ni per anni con la storia del ponte. Roba da confannarli ai lavori forzati... e che il ponticello se lo finiscano loro, con malta e cazzuola...!

    Report

    Rispondi

blog