Cerca

L'ex Tronista a giudizio: sfruttava i bengalesi

Alla sbarra per esotrsione aggravata Pasquale Commentale, che partecipò a "Uomini e Donne"

Pasquale Commentale

L'ex tronista di "Uomini e Donne"

Il Gip di Gorizia, Massimiliano Rainieri, martedì mattina ha rinviato a giudizio sei persone, considerate responsabili di un'organizzazione per delinquere dedita al caporalato nell'ambito dell'indotto dello stabilimento Fincantieri di Monfalcone, in provincia di Gorizia. Tra i rinviati a giudizio c'è anche Pasquale Commentale, un ex tronista della trasmissione Uomini e Donne. Tra gli altri ci sono  Angelo Commentale e i figli Giuseppe e Pasquale (di origine campana, ritenuti dagli inquirenti capi dell'organizzazione), gli operai Amin Ruhul e Alessandro Rispoli, e Anna De Simone: a tutti viene contestato il reato di associazione per delinquere ed estorsione aggravata.

Il patteggiamento - Il gup ha accolto la richiesta di patteggiamento avanzata dai legali di Francesca Luise, compagna dell'ex tronista: la donna, ritenuta coinvolta in maniera marginale, ha patteggiato 8 mesi di reclusione con la condizionale. Lo scorso anno l'inchiesta aveva fatto luce sull'organizzazione, che attraverso una triangolazione tra aziende, si dedicava all'estorsione ai danni di cittadini bengalesi: gli immigrati venivano sfruttati, sottopagate e costretti, con violenze e minacce, ad accettare condizioni lavorative da schiavitù. Nell'ambito del procedimento si sono costituiti parte civile 15 lavoratori bengalesi e la Fiom Cgil di Monfalcone.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Tito Potito

    20 Gennaio 2014 - 10:10

    La pena più adeguata è l'affidamento in prova di Pasquale a una comunità di bengalesi che lo sfruttino per uno o due anni come schiavo.

    Report

    Rispondi

  • Il_Presidente

    19 Luglio 2012 - 12:12

    così si toglie la "materia prima" agli sfruttatori. Che devono essere sanzionati e puniti molto duramente. Ecco chi si arricchisce con questo scempio multietnico, col trasloco degli straccioni di mezzo mondo in Italia: mafie,sfruttatori, affittacamere in nero,onlus scroccone di denaro pubblico. L'immigrazione è uno scempio,degradoe criminalità, sporcizia e malattie, inflazionamento dei salari e deflusso di ricchezza... non possiamo fare da raccoglitore per orde di africani e disperati vari, gente di cui poi è difficilissimo liberarsi. Eppure la massa pecorona e buonista continua a sostenere partiti,forze ed associazioni pro immigrazione. E gentaglia come quel commentale ne gioisce,mentre l'Italia diviene una favela di straccioni.

    Report

    Rispondi

  • ariete84

    18 Luglio 2012 - 12:12

    senza scrupoli. La vergogna dell'Italia

    Report

    Rispondi

blog