Cerca

In siberia

Donna incinta violentata stacca il pene della bestia

In seguito alla brutale aggressione, la donna ha perso il bimbo che portava in grembo. Intanto la polizia ha già catturato il mostro

La donna, costretta ad un rapporto orale, si è vendicata e, ancora sotto choc, ha raccontato: "Spero che l'effetto della mia autodifesa serva come vera punizione, oltre alla pena detentiva"
Donna incinta violentata stacca il pene della bestia

 

Ha staccato il pene del suo aggressore a morsi. E' successo a Iskitim, in Siberia dopo un'efferata violenza sessuale all'interno della sauna gestita dalla vittima. Svetlata, protagonista di questa orribile storia, in seguito all'aggressione, ha perso il bambino di tre mesi che portava in grembo. Come racconta un testimone all'emittente tv Lifenews.ru, l'uomo si sarebbe introdotto in casa della povera donna e dopo averla picchiata, l'ha costratta ad avere un rapporto orale. Nonostante fosse ancora sotto choc, la donna non si è persa d'animo mordendo con forza l'organo sessuale della bestia che si è data subito alla fuga. Intervistata, la donna ha raccontato così quell'incubo: "Spero che l'effetto della mia autodifesa serva come vera punizione, oltre alla pena detentiva". Intanto la polizia ha arrestato il malvivente, che avrebbe già confessato.

 

Iskitim

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • lepanto1571

    21 Luglio 2012 - 14:02

    I giudici, in Italia, non fanno ca..ate! Ma li avete visti in faccia!

    Report

    Rispondi

  • Logmain

    21 Luglio 2012 - 13:01

    Se era in Italia probabile che qualche giudice la condannava per danni aggravati. Ovvio essendo questo un paese di c.zz.oni.

    Report

    Rispondi

  • lucy

    20 Luglio 2012 - 23:11

    quello è il miglior deterrente altro che galera! spero nel frattempo l abbia mangiato un gatto di passaggio!

    Report

    Rispondi

  • sparviero

    20 Luglio 2012 - 21:09

    Doveva farglielo mangiare.

    Report

    Rispondi

blog