Cerca

Ipocrisie pallonare

Platini multa Cassano "omofobo". E' la stessa Uefa che ha fatto gli Europei nel Paese delle violenze e delle torture

L'attaccante azzurro multato di 15mila euro per il suo "Froci in Nazionale? Spero di no". Sui cani uccisi in Ucraina e sulla prigionia della Tymoshenko, però, nemmeno una parola

Antonio Cassano

"Froci in Nazionale? Spero di no". Questa frase di Antonio Cassano, pronunciata durante gli ultimi Europei di calcio in Polonia e Ucraina, è costata al giocatore una multa di 15mila euro, perché giudicata dalla commissione disciplinare della Uefa discriminatoria nei confronti degli omosessuali. Dietro il provvedimento, però, rimangono delle perplessità: l'Uefa è stata sì prontissima a sanzionare le incaute dichiarazioni del giocatore, pronunciate con il sorriso sulle labbra a mo' di sfottò, ma allo stesso tempo è sembrata dimenticarsi dei suoi mancati interventi nei confronti di ciò che stava avvenendo in Ucraina in quel periodo. Il Paese, infatti, è stato confermato organizzatore della manifestazione sportiva nonostante al suo interno ci fossero ancora tanti e gravi problemi: lo sterminio dei cani randagi, per esempio, uccisi per strada con bocconi di carne avvelenata o sepolti vivi. E ancora, le violenze subite in carcere dall'ex primo ministro Yulia Tymoshenko, condannata a 7 anni per aver siglato un controverso contratto con Mosca per le forniture di gas, e le proteste in topless delle attiviste del Femen, movimento fondato a Kiev nel 2008 contro il turismo sessuale, il sessismo e altre discriminazioni sociali. Di fronte a tutto questo, la Uefa non si è mai esposta direttamente, limitandosi anzi a ribadire che l'Europeo non si sarebbe assolutamente rinviato e preoccupandosi di quella che, alla fine, è stata semplicemente un'altra "cassanata".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • ciannosecco

    14 Settembre 2012 - 14:02

    e dare del frocio a chi è ricchione non ha prezzo.

    Report

    Rispondi

  • gibuizza

    14 Settembre 2012 - 10:10

    Ma come è possibile? Devo per forza apprezzare i gay? A me non piacciono e allora? Quì è questione di piacere o no, non di discriminare. Se a me piacciono le bionde e mi devo trovare con una donna che non conosco mi sembra naturale dire:"speriamo non sia mora" e con questo non voglio offendere nessuno. Basta con queste cretinate che bisogna dire che piace tutto!

    Report

    Rispondi

  • mab

    21 Luglio 2012 - 12:12

    Non hanno altre cose serie a cui pensare questi buffoni.

    Report

    Rispondi

  • emigratoinfelix

    21 Luglio 2012 - 09:09

    ...si esprima in maniera colorita,e' un fatto noto da sempre;cosi' come dovrebbe esser chiara l'assenza di qualsivoglia connotazione offensiva del suo commento sugli omosessuali,magari eccessiva,ma addirittura farne un dramma con tanto di multa mi pare eccessivo;specialmente considerando che pavidamente la uefa ha taciuto su fatti(non parole9ben piu' gravi che riguardano l'ucraina.E poi,vorrei sapere c'e' qualcuno che multa i gay e le lesbiche quando nel corso dei loro cosiddetti giorni dell'orgoglio gay o gay pride organizzano osceni cortei travisandosi da religiosi ed esponendo nudita' francamente offensive per il buongusto e la morale,per non parlare degli slogan carichi di odio?A dirla tutta,di questo andazzo politicamente corretto io mi sarei anche scassato i cabasisi,e poi se uno e' frocio,frocio rimane,non vedo perche' dovrebbe offendersi.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog