Cerca

La strage di Denver

Holmes perso e muto davanti al giudice
Adesso rischia la pena di morte

Pochi minuti di udienza. Il killer non apre bocca

Assistito da un avvocato d'ufficio, James Holmes si presenta con i capelli ancora tinti di rosso e arancione. Ma rimane in silenzio davanti alle domande. 
Holmes perso e muto davanti al giudice
Adesso rischia la pena di morte

 

James Holmes, l’autore della strage del cinema Aurora di Denver, costata la vita a 12 persone, non collabora con le autorità e si rifiuta di spiegare i motivi del suo gesto. Per questo, riferiscono i media americani, l’accusa – come ha spiegato il procuratore distrettuale Carol Chambers – potrebbe chiedere la pena di morte. La decisione verrà in ogni caso presa dopo aver consultato le famiglie delle vittime.

Muto e sguardo perso - Holmes, 24 anni, assistito da un avvocato d’ufficio, è comparso oggi per la prima volta oggi pomeriggio davanti a un giudice e ha deciso di non parlare. Il giovane è apparso assente, lo sguardo perso nel vuoto e gli occhi spesso chiusi, quasi fosse sotto l’effetto di sedativi. Holmes, con indosso un’uniforme penitenziaria, ha i capelli ancora tinti di rosso e arancione, come era stato descritto dagli agenti che lo avevano   fermato dopo la strage.

Udienza e pubblico - Per l’udienza, che si è conclusa in pochi minuti, sono stati allestiti 35 posti per la stampa all’interno dell’aula 201 del   tribunale. Alcuni posti sono stati   riservati ai sopravvissuti alla strage e ai familiari delle vittime.   Un grande parcheggio è stato allestito a pochi isolati di distanza   dall’edificio che ospita il tribunale e le autorità hanno predisposto  un servizio-navetta per il pubblico. Holmes sarà incriminato formalmente il prossimo 30 luglio.

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • nero60

    24 Luglio 2012 - 23:11

    ma sto cazzo di megas parla cosi' xche non c'era qualche figlio o parente suo ma che cosa sniffa ,cambiasse spacciatore guesto/a imbecille stiamo andando a fondo per gentaglia come lui/lei valori ormai in italia zero

    Report

    Rispondi

  • sidereus40

    24 Luglio 2012 - 19:07

    Le farneticazioni di Megas sono incredibili; abbiamo a che fare con un invasato illuminato da non so quale demone. Da agli altri delle bestie livorose quando è lui quello pieno di livore. Chiede se al posto di quel "ragazzo" ci fosse vostro figlio; ebbene se ci fosse mio figlio non invocherei la pena di morte, lo ucciderei con le mie mani e se non potessi raggiungerlo perchè in galera mi suiciderei per aver cresciuto una bestia simile. Non attribuisca ad altri la lurida bocca visto quello che riesce a far uscire dalla sua.

    Report

    Rispondi

  • Megas Alexandros

    24 Luglio 2012 - 09:09

    Ah si... lei sarebbe cattolica! A me vien da pensare che sia lei a far un uso improprio del Vangelo e che, nello specifico, lo utilizzi per pulirsi il sedere dopo aver evacuato! Non è Dio a condannare all'Inferno eterno il peccatore impenitente, è bensì lo stesso peccatore a rifiutare sua sponte il perdono del Padre (che è puro Amore). Pseudo cattolica che non è altro rifletta anche lei sulle stronzate che dice e perlomeno parli per se stessa e non tirando in ballo l'aautorità della Chiesa! SI VERGOGNI e chiuda la bocca!

    Report

    Rispondi

  • Megas Alexandros

    23 Luglio 2012 - 22:10

    lei, caro idota Sidereus40, afferma che quelli contrari alla pena di morte non hanno argomenti... ma si rilegga i suoi post e poi guardi i miei! Quali sono i suoi "argomenti"??? A differenza sua io ho portato alcune(poche rispetto a chi davvero si batte contro la pena di morte), tra le quali quella che lei è una bestia, stupida e ignorante... tesi quest'ultima confermata dalla sue ridicole risposte, quelle si senza alcuna argomentazione a sostegno del suo s"cellerato ideale di "vendetta a tutti i costi"!!! Vendetta... NON E' GIUSTIZIA!

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog