Cerca

Gianluigi Paragone

Il tecnocrate Monti ha fallito: staccategli la spina

Il premier finora ha lavorato per la grande finanza mondiale e non per l’Italia: i partiti ora dicano basta

Gianluigi Paragone

"Sta accadendo quello che alcuni di noi avevano detto e scritto con largo anticipo: il governo tecnico guidato da Monti, ispirato dalla coppia Draghi-Napolitano e tenuto in piedi da partiti moribondi (Pdl, Pd e Terzo Polo), non ha risolto un problema che sia uno del sistema Italia. Spread oltre 500, borse impazzite, soldi bruciati, speculazioni continue: ecco gli unici risultati di questi mesi. Napolitano non ha nulla da dire? Macché, il nostro Presidente è impegnato a rileggere la Storia (spesso con cinque minuti di ritardo...), quanto all'attualità diciamo che sta studiando. Ora Monti afferma che bisogna ripartire dall'economia reale. Ridicolo! E ridicoli sono pure quelli che lo continuano a sostenere dentro il Parlamento e fuori... Compresi Berlusconi, Bersani e Casini". Così Gianluigi Paragone su Libero in edicola oggi: non salva nessuno. E men che meno il premier "tecnocrate", che semplicemente ha fallito: Monti ha lavorato per la grande finanza mondiale, e non per l'Italia. Per questi motivi, ora i partiti devono staccargli la spina.

Leggi il commento di Gianluigi Paragone su Libero in edicola oggi, martedì 24 luglio

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • shardana

    04 Agosto 2012 - 16:04

    questo è un momento in cui certe questioni o le capiamo o meritiamo di rimanere sudditi

    Report

    Rispondi

  • ghino47

    24 Luglio 2012 - 20:08

    quanto scritto da Paragone. Io mi chiedo fin dove vogliono portarci. Leggo che il PD aumenta i suoi voti ma non posso credere che gli italiani siano così ottusi, votare chi ha permesso tutto questo, PD-PDL-UDC, è da pazzi. Votare è da pazzi.

    Report

    Rispondi

  • paolodml

    24 Luglio 2012 - 13:01

    Condivido l' analisi di Paragone al 90%. Tra l'altro penso che tra un po' se continua a dire tutte queste verità finirà per condurre un programma su televiareggio alle 4,30 del mattino. Cmq il,problema non è monti. Tutti i leader dei partiti europei sono dipendenti della finanza. Cambiare Monti servirebbe a poco. Dobbiamo cambiare noi, cambiare cultura, guardare al futuro senza essere ancorati al passato. Pensare un mondo nuovo e cominciare a RIBELLARCI. l' alternativa è diventare sempre più sudditi e meno cittadini.

    Report

    Rispondi

  • encol

    24 Luglio 2012 - 09:09

    A ben vedere è tutto lo staff che non funziona. Sposare teoria con capacità di gestione non è semplice come, con molta superficialità, si può pensare. Sono partiti con tanti proclami primo fra tutti EQUITA' non c'è ombra anzi, a seguire Fase1, Fase2, Liberalizzazioni, Farmacie, Taxi, Cresci Italia, Spending Review,ecc. Poco o niente di tutto ciò mentre si sono ben guardati dal toccare l'indecenza dei costi della politica. Quest'ultimo è stato indubbiamente l'errore più grave che ha fatto perdere la fiducia, inizialmente grandissima, degli italiani. E' un classico di chi non sa gestire in prima persona ma da sempre ha percepito uno stipendio. In uno dei settori più delicati da riformare con urgenza la sanità pare che il ministro sia un "desparecido" . Lo abbiamo sentito dopo mesi di silenzio per via dei tagli ( finti) alla sanità e per dire 4 caz...te- Il problema è gravissimo perchè quasi irrisolvibile, i giovani hanno di fronte almeno 30 anni di lacrime e sangue.

    Report

    Rispondi

blog