Cerca

Antonio Socci

La crisi punisce l'Europa
che ha venduto l'anima

I tecnocrati di Bruxelles hanno rinnegato storia e radici cristiane: così il progetto di De Gasperi e Adenauer si è ridotto al mostro finanziario che divora il continente

Antonio Socci

"Era il giugno 1988, mancavano solo pochi mesi al crollo definitivo dell’Impero sovietico, ma già c’erano tutti i segni del fallimento del terribile esperimento comunista. A un convegno a Leningrado il cardinale Carlo Maria Martini disse: ogni volta che “si è rifiutato Dio, se ne è perso o sminuito il senso o lo si è presentato in modo scorretto, ci si è incamminati verso forme più o meno larvate di decadenza dell’uomo e della stessa convivenza sociale”. Il comunismo era stato imposto proprio con questo presupposto: l’eliminazione di Dio come premessa per il regno dell’umanità, del benessere e della felicità.Sappiamo com’è andata a finire. Cancellato Dio è stato distrutto l’uomo. Perché “se Dio non c’è tutto è permesso” (Dostoevskij). Mi chiedo: non sta accadendo la stessa cosa in Europa?". Inizia così il commento di Antonio Socci su Libero in edicola oggi. I fenomeni di auto-distruzione, infatti, si assomigliano sinistramente. Che sta succedendo al Vecchio Continente? Succede che la crisi punisce l'Europa che ha venduto l'anima. Secondo Socci, i tecnocrati di Bruxelles hanno rinnegato storia e radici cristiane: così il progetto di De Gasperi e Adenauer si è ridotto al mostro finanziario che divora il continente.

Leggi il commento di Antonio Socci su Libero in edicola oggi, giovedì 26 luglio

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • lucianaza

    27 Luglio 2012 - 10:10

    La vita di Gesù è stata l'esempio per cercare la via migliore per vivere; gli evangelisti hanno portato la sua parola, i sacerdoti e tutti gli altri ordini hanno a lro volta creduto e predicato, tutti abbiamo preso spunti dagli insegnamenti! Per non parlare delle immagini religiose che ci circondano e danno beneficio ala nostra anima, certo come tutti gli esseri umani anche i rappresentanti di Gesù sono peccatori, ma i santi col loro esmpio restano a testimoniare la loro fede e con la loro vita hanno pagato il nostro progredire verso una vita migliore. Non dimentichiamo che gli amanuensi che scrivevano , che studiavano e traducevano il greco, poi hanno cominciato anche ad insegnare al popolo a leggere e scrivere, da loro è nata l'abitudine di coltivare gli orti e tante altre attività che se le rivalutassimo, aumenteremmo la nostra qualità di vita.

    Report

    Rispondi

  • blues188

    27 Luglio 2012 - 10:10

    Premetto che non ce l'ho con lei. Ma non riesco a condividere le sue espressioni. Lei ce l'ha coi preti, ma le ricordo che dobbiamo passare tutti da loro al funerale. Fosse anche solo per quello io sarei più cauto. E vorrei anche dire, pur avendo tempo limitato, che le regole civiche sono generate dal senso del bene comune e del rispetto per gli altri. Ergo la religione forse non è così aliena, non le pare? Era Dowstoiesky che diceva che se togliamo Dio non esiste limite al peggio? Infatti se Lo toglie a cosa si dovrebbe riferire nella vita? Questo errore è stato riconosciuto anche da altri più atei di lei.

    Report

    Rispondi

  • arellano

    27 Luglio 2012 - 10:10

    In italia ha governato 60 anni la DC piena di valori cristiani risultano: siamo uno stato mafioso corrotto bigotto assistenziale putteniere .w i valori cristiani

    Report

    Rispondi

  • nick2

    27 Luglio 2012 - 10:10

    voi, spronati dall’agghiacciante articolo di Socci, siete convinti che la decadenza dell’Europa sia dovuta all’abbandono delle tradizioni cristiane, schernite ed offendete chi la pensa diversamente e volete far credere che, a causa della loro ignoranza, le speranze di avere uno Stato con migliori prerogative sociali e più giustizia si riducano sempre più. Proprio voi, nuova razza di clerical-libertini, forgiata dalla manipolazione berlusconiana! Proprio voi, seguaci del gran visir dei decadenti, che, nel nome di Dio e del vostro superuomo siete intolleranti, razzisti ed omofobi, e nel nome della giustizia difendete contro ogni evidenza corruttori, ladri e mafiosi e giustificate chi sfrutta la prostituzione (anche minorile). Voi che, e a difesa delle prerogative sociali siete contrari alla parità dei diritti fra i cittadini e vorreste i lavoratori ridotti a semi-schiavi. Voi siete gli unici, fra i pur “sgangherati” postanti di Libero, dai quali ritengo di non aver nulla da imparare.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog