Cerca

La grana del governatore

Il cortocircuito di Nichi Vendola:
"Sì all'ecologia e sì all'industria"

Il caso dell'Ilva di Taranto manda in tilt il governatore della Puglia: o difende il suo lato "verde" o manda a spasso migliaia di operai

Gasparri: "La Cina fa concorrenza sleale a tutto il mondo e inquina il pianeta distruggendo il lavoro in Occidente. In Italia si sequestra l’Ilva di Taranto. Come si può andare avanti così?"
Nichi Vendola

Il governatore della Regione Puglia

 

Non è facile, per Nichi Vendola, affrontare il caso Ilva. Per uno che è  il leader di Sinistra Ecologia e Libertà la decisione di chiudere l’acciaieria perché inquinante non può che essere approvata. Ma mandare a spasso migliaia di operai è un paradosso pericoloso per chi ha (o dovrebbe avere)  nella classe operaia il proprio bacino elettorale privilegiato. Posizione difficile. Come uscirne? Ci si prova con dichiarazioni da un colpo al cerchio e uno alla botte. «Coniugare il destino di una comunità ad avere lavoro e il suo diritto ad avere tutelata la salute e l’ambiente. Questo è quello che abbiamo fatto, ed è quello che stiamo facendo», ha detto  il presidente della Regione Puglia, specificando che  «noi vogliamo che l’acciaieria Ilva possa essere radicalmente ripulita, bonificata, ambientalizzata. Però vogliamo anche che quella fabbrica continui a vivere e dare lavoro a migliaia di famiglie». Gli ha fatto eco il sindaco di Taranto, Ezio Stefano, secondo il quale quel che è stato deciso per l’Ilva rappresenta «una terapia d’urto per sanare una malattia nata 52 anni fa. Oggi abbiamo la certezza di un’azione per attuare il diritto alla salute e allo stesso tempo riportare il diritto al lavoro». Secondo Maurizio Gasparri, presidente del gruppo Pdl al Senato, invece, «la Cina fa concorrenza sleale a tutto il mondo e inquina il pianeta distruggendo il lavoro in Occidente. In Italia si sequestra l’Ilva di Taranto. Come si può andare avanti così?».

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • fonty

    fonty

    28 Luglio 2012 - 17:05

    E' proprio così, i verde rosso dal cuore d'oro, desiderano tanto che noi si muoia sani, magari di stenti e di fame e in giovane età come nei secoli passati, ma sani. saluti.

    Report

    Rispondi

  • sirartur

    27 Luglio 2012 - 22:10

    moriremo ugalmente, ma almeno moriremo di salute e sai che spasso. coglioni verdi e comunisti.. mi viene in mente la pubblicità di uno yogurt dove la bambina seminava un barattolino vuoto dicendo : lo semino qui e spunta nel frigo! questo credono i beceroni rossoverdi. chiudiamole tutte le aziende e poi tutti nei campi,giù i pantaloni e concimate , salami.

    Report

    Rispondi

  • Chry

    27 Luglio 2012 - 20:08

    "VISUALE RISTRETTA." ? ...hai infarcito un discorso di metafore, allegorie, ma il concetto qual'è? la comunicazione dovrebbe essere un esposizione spontanea e comprensibile, non trovi? ...Mi domando cosa pensi dei politici del PdL che negano l'effetto serra, che di ambiente ed ecologia non se ne occupano, che recriminano persino i fondi nell'investimento di fonti alternative, delle parole di Gasparri, di chi ha un pensiero opposto all'ecologia, di chi non comprente l'interdipendenza tra ecologia e salute?

    Report

    Rispondi

  • Chry

    27 Luglio 2012 - 20:08

    da quale pianeta vieni? ...cosa non capisci delle norme giuridiche e delle sanzioni?

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog