Cerca

Dagli States

A 17 anni crea un'applicazione
per scoprire il cancro al seno

Grazie alla sua invenzione, Brittany Wenger si è aggiudicata una borsa di studio da 50mila dollari

Il sistema, programmato su Java, ha una precisione prossima al 100% e su 681 campioni l’applicazione di Brittany ha dato la corretta diagnosi di tumore nel 99,1% dei casi
A 17 anni crea un'applicazione 
per scoprire il cancro al seno

Brittany Wenger potrebbe sembrare una normalissima ragazza america invece, a soli 17 anni, è riuscita a realizzare un'applicazione informatica che aiuta i medici a diagnosticare il cancro al seno. La giovane studentessa ha creato Cloud4Cancer, un dispositivo capace di scoprire il tumore maligno al seno con un'affidabilità del 99%. Grazie alla sua invenzione, Brittany, selezionata all'interno del gruppo di 30 finalisti mondiali, si è aggiudicata il primo premio della Science Fair promossa da Google, portandosi a casa una borsa di studio da 50 mila dollari, una serie di viaggi in centri di ricerca come Fermilab e Cern e una grande coppa assemblata con Lego. Il sistema, programmato su Java, ha una precisione prossima al 100%, infatti su 681 campioni l’applicazione di Brittany ha dato la corretta diagnosi di tumore nel 99,1% dei casi. Orgogliosa della sua invenzione, la ragazza ha spiegato: “Più dati vengono inseriti, minore sarà il margine di errore. Penso sia pronta per essere utilizzata in ospedale”.

 

 

 

New York

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Satanasso

    02 Agosto 2012 - 11:11

    In Italia sarebbe impossibile visto che le ragazzine-escort pensano solo a mostrare il culo in TV dalla De Filippi truccate come delle baldracche da angiporto...

    Report

    Rispondi

  • sig.nessuno

    28 Luglio 2012 - 14:02

    Se è quello che ho visto io (http://cloud4cancer.appspot.com/) non è che sia un gran software... Inserisci dati di varie analisi e ti da un risultato... Come usare il pallottoliere invece di fare i conti a mente. Poi posso anche sbagliarmi, ma per me non è altro che un software banale.

    Report

    Rispondi

  • supergiaf

    28 Luglio 2012 - 10:10

    articolo che non spiega niente.mi ricorda anche un'altra invenzione di un italiano che con un tubo passato intorno al corpo individuava onde anomale e scopriva i tumori.il brevetto dorme da qualche parte.

    Report

    Rispondi

  • emilioq

    28 Luglio 2012 - 07:07

    Bravissima! Stupenda.... ce ne vorrebbero tanti di questi giovani e sono convinto che ce ne sono anche il Italia ma in questo letamaio di paese non potranno mai emergere!!!!!!!!!!!

    Report

    Rispondi

blog