Cerca

L'allarme del Dipartimento Antidroga

Pericolo eroina all'antrace:
"Sei casi e due morti in Europa"

I casi sono stati registrati in Germania, Danimarca, Francia e Scozia

L'antrace è una grave malattia causata da un batterio, chiamato Bacillus anthracis, che dà origine a spore altamente resistenti per lunghi periodi e in condizioni avverse come essiccamento, calore, raggi UV
Pericolo eroina all'antrace: 
"Sei casi e due morti in Europa"

 

Pericolo eroina all'antrace in Italia. Lo ha reso noto il Dipartimento politiche antidroga (Dpa) della presidenza del Consiglio. La decisione, preventiva, è stata presa dopo aver ricevuto segnalazioni di 6 casi di antrace in Europa, tra cui 2 decessi, tra i consumatori di eroina per via iniettiva. I casi sono stati registrati in Germania, Danimarca, Francia e Scozia. Nessun legame al momento tra i 6 casi, né sono state registrate infezioni nel nostro Paese. Da giugno 2012, il sistema nazionale di allerta precoce del Dipartimento Politiche Antidroga, la cui delega è affidata al ministro per la Cooperazione Internazionale e l'integrazione, Andrea Riccardi, ha ricevuto segnalazioni di 6 casi di antrace in Europa, tra cui 2 decessi, in consumatori di eroina per via iniettiva.

Il batterio killer - L'antrace è una grave malattia causata da un batterio, chiamato Bacillus anthracis, che dà origine a spore altamente resistenti per lunghi periodi e in condizioni avverse come essiccamento, calore, raggi UV. In forma di aerosol, le spore sono invisibili ed inodori. Il Bacillus anthracis si trasmette per via aerogena, per contatto e per via gastrointestinale, ma non si trasmette da persona a persona, tranne che per contatto con lesioni sulla pelle. Giovanni Serpelloni, capo del Dpa dichiara: "Tuttavia, considerata la concreta possibilità che stiano circolando sul territorio europeo partite di eroina contaminate con Bacillus anthracis e vista la rapidità con cui le sostanze stupefacenti possono essere commercializzate e raggiungere l'Italia, il sistema di allerta ha attivato una Allerta grado 3 (massima allerta) tra le strutture competenti in materia di protezione della salute pubblica e tra i laboratori e le forze dell'ordine". La nota: "È di estrema importanza che le strutture competenti prestino la massima attenzione ad eventuali infezioni da antrace, in particolare tra la popolazione dei consumatori di eroina, e attivino le adeguate misure preventive". Intanto, i laboratori che svolgono analisi di sostanze stupefacenti sono stati invitati ad adottare le necessarie misure di cautela nella gestione dei campioni. In passato, tra il 2009 e il 2010, oltre 50 casi di antrace erano stati registrati dal Sistema di Allerta in Scozia, Inghilterra e in Germania.

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • biasini

    30 Luglio 2012 - 09:09

    Pensa te che bella pulizia. E vuoi mettere i delinquenti in meno e i rispami? Una spendig rewiew a basso costo e sicura efficacia

    Report

    Rispondi

  • ansimo

    28 Luglio 2012 - 20:08

    La stessa foto sta sull'articolo pubblicato da Il Fatto. Di chi è la foto? Qualcuno scrocca.

    Report

    Rispondi

blog