Cerca

MotoGp

Il dottor Rossi cade. Ma per Meda è "la moto che lo abbandona"

Laguna Seca, vince Stoner davanti a Lorenzo e Pedrosa. Vale malissimo: tutti abbiamo fede in lui, ma qualcuno ne ha un po' troppa...

Valentino Rossi

In sella alla Ducati a Laguna Seca

Per il 2012 il mostro della laguna (Seca) è Casey Stoner, che si è aggiudicato il decimo round della stagione di MotoGP, staccando Jorge Lorenzo e Dani Pedrosa, che chiude il podio. I tre indiscussi protagonsisti della stagione continuano a dominare il mondiale: in testa c'è sempre Lorenzo con 205 punti, poi Pedrosa con 182 punti e quindi Stoner a 173.

Vale per terra - Continua in parallelo il calvario di Valentino Rossi e delle Ducati. Per il dottore una gara anche peggiore rispetto alle pur scarse aspettative. Il Vale è finito a terra a due giri dalla fine, il "degno" coronamento di una gara incolore, dove ha preso la paga anche dal suo compagno di squadra, Nicky Hayden, sempre davanti e con diversi secondi di vantaggio (lo statunitense sul circuito di casa ha chiuso in sesta posizione).

L'improbabile difesa - Il futuro di Rossi è ancora da decidere: tutta Italia e tutti gli appassionati sperano che ben presto possa tornare a battersi con i migliori, magari con un'altra moto. Tutti hanno fede e fiducia in lui. Ma qualcuno, forse, ne ha anche troppa. Stiamo parlando di Guido Meda, che nella telecronaca diretta su Italia 1 di domenica sera, si è prodotto in una imporobabile difesa del Dottore. Una gara sofferta, nelle retrovie, quella del Vale, "fino a quando la moto non lo ha abbandonato". Ma come, la moto "lo ha abbandonato"? A noi sembrava che Valentino fosse caduto...

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • LENABOGOSSIAN

    03 Agosto 2012 - 14:02

    .......direi che è una mossa della Ducati per mettere fuori gioco Valentino. Ma no, non è possibile, non può essere possibile, di queste giochesse sopraffine si cibano palati sopraffini, non gole goderecce come i romagnoli. Anche perché sarebbe come quello, che per far dispetto alla moglie si tagliò l'uccello!! Solo una cosa, Valentino ha perso tempo, molto tempo a sognare di correre su una macchina italiana. Nessuno si merita il suo sacrificio; di Vale ne nasce uno ogni tot di anni (un lunghissimo tot) ed è implicito che persone di questa fatta, di questa valenza prima o poi rimangono sul culo, in special modo a quelli che di valore hanno solo quei pochi eurini in tasca!!! L'invidia è una brutta bestia, e vedere un ragazzino, tutto nervi e capelli che da una piccola moto è arrivato ad essere grandissimo fra i grandi rode, oh se rode!!! Dai Valentino sei tutti noi!!!

    Report

    Rispondi

  • pi.bo42

    31 Luglio 2012 - 00:12

    Un matrimonio imposto che, ovviamente, sta facendo la fine ineluttabile con un divorzio pieno di polemiche; non sono alla frutta né Vale né la Ducati,ma la loro improvvida unione!

    Report

    Rispondi

  • antonioarezzo

    30 Luglio 2012 - 19:07

    la ducati con Stoner andava come un razzo, irrangiungibile, basta di dare la colpa alla moto. hai paura, ammettilo, corri con la cacca al culo e basta. e quando in questo sport cominci a ad avere paura e' meglio smettere.

    Report

    Rispondi

  • boss1

    boss1

    30 Luglio 2012 - 16:04

    ricordate briatore definì button un paracarro eppure con una F1 superiore alle altre ha vinto un mondiale vettel con la RB super ha vinto 2 titoli doppiando il resto, quindi vale è vale e non si discute ma se la moto non và o lui non riesce a pilotarla perchè non si fida miracoli non si fanno.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog