Cerca

Tonino da dimenticare

Tutti lo mollano: Di Pietro è morto

Il leader Idv imbarazza Bersani e Vendola, che lo definiscono "alla deriva". E anche Grillo non si alleerà con lui: nel 2013 potrebbe sparire dal Parlamento

Antonio Di Pietro

Tonino, ti ricordi della foto di Vasto? Bene, puoi buttarla nel cestino. Perché chi stringeva la mano ad Antonio Di Pietro nel settembre 2011, cioè Pierluigi Bersani e Nichi Vendola, oggi si tira indietro. Una mano l'hanno nascosta dietro la schiena e con l'altra tirano ceffoni al leader Idv: "Alla deriva, propagandista, esasperato", giusto tre epiteti che l'ex pm s'è guadagnato in pochi minuti questa mattina, dopo l'incontro tra i segretari di Pd e Sel. La grande alleanza della sinistra è finita, se mai fosse cominciata. Certo, a maggio Vendola (con Di Pietro al suo fianco) chiedeva a gran voce gli stati generali a Bersani, pena la fine di ogni progetto elettorale. Passati un paio di mesi, Nichi a Tonino preferisce addirittura quel bigotto e omofobo di Pierferdinando Casini. Strani, i giri della sinistra italiana. E così per il governatore della Puglia Di Pietro è come Fini, estraneo al "polo della speranza" bersaniano (che somiglia tanto all'Ulivo).

Rischio sbarramento - E ora Di Pietro cosa farà? Fino a qualche settimana fa si parlava di un asse dei non allineati tra Sel, Idv, e Movimento5Stelle. Se non che lo stesso Beppe Grillo ha preferito precisare che "alle prossime politiche non faremo alleanze". Tutti per la propria strada. Ma l'impressione è che nel gran ballo delle intese e degli inciuci solo Di Pietro rimarrà senza seggiola. Con in più una preoccupazione concreta: se si farà la legge elettorale e passeranno sbarramenti severi (al 4 o al 5%), Italia dei Valori rischia seriamente di restare fuori dal Parlamento. Più che ammanettato, sarebbe un Di Pietro morto.

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • ganelli

    02 Agosto 2012 - 12:12

    il parlamentare piu' maleducato della storia del Parlamento Italiano!!

    Report

    Rispondi

  • penultimo

    02 Agosto 2012 - 07:07

    Dopo gli insulti anche pesanti lanciati a tutti cosa ti rimane stupidotto.

    Report

    Rispondi

  • marcolelli3000

    01 Agosto 2012 - 20:08

    pensioni, stipendi a vita , mentre i giovani non trovano lavoro e loro se ne strafregano: voraci e attaccati ai soldi degli altri . La politica? un altro modo di mangiarsi piu' soldi pubblici. e chi se ne frega della gente, eh?

    Report

    Rispondi

  • Oscar1954

    01 Agosto 2012 - 18:06

    Sarebbe la giusta fine di un megalomane,idiota, saprofita, incapace di parlare, mangiapane a tradimento che con i soldi dei contribuenti italiani ha acquistato in questi ultimi anni da parlamentare senza vergogna, ville, campagne e anche un mega panfilo; fatto eleggere in parlamento per dovuta gratitudine di quanto fatto per Tangentopoli da parte della sinistra (ricordarsi che è stato eletto nel collegio del Mugello dove il 90% dei votanti è rosso. Ora

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog