Cerca

La decisione

Lusi resta in carcere
Il giudice nega i domiciliari

Respinta la richiesta di scarcerazione per l'ex tesoriere della Margherita accusato di associazione per delinquere

Lusi resta in carcere
Il giudice nega i domiciliari

 

L’ex tesoriere della Margherita Luigi Lusi resta in carcere. Lo ha deciso il gip del tribunale di Roma, Simonetta D’Alessandro, che ha respinto l’istanza di scarcerazione presentata dai legali di Lusi. I difensori dell’ex tesoriere della Margherita Luigi Lusi, gli avvocati Luca Petroci e Renato Archidiacono, avevano presentato un’istanza di scarcerazione per il loro assistito, dopo che la Corte di Cassazione aveva annullato con rinvio l’ordinanza di custodia cautelare del Tribunale del Riesame. Ieri il pubblico ministero Stefano Pesci, nel parere consegnato all’ufficio del gip, si era detto contrario alla scarcerazione ma favorevole ai domiciliari se avessero garantito le esigenze cautelari. Oggi, venerdì tre agosto, la decisione del gip D’Alessandro che ha invece deciso di respingere l’istanza della difesa di Lusi. L’ex tesoriere si trova in carcere dal 20 giugno con l’accusa di essersi impossessato di circa 25 milioni di euro dalle casse dell’ex Margherita. La Procura ha contestato a Lusi anche il reato di calunnia nei confronti di Francesco Rutelli e di altri vertici della Margherita per aver sostenuto che esisteva un patto per la spartizione del denaro delle casse del partito.

Sì ai domiciliari ma... I  penalisti avevano in subordine richiesto la concessione degli arresti   domiciliari.  Ma il giudice nel suo provvedimento sottolinea che la   concessione è possibile purchè l’ex tesoriere della Margherita dia  idonee garanzie che il suo luogo di residenza sarà tale da impedire i  contatti con persone che potrebbero fare opera di inquinamento delle   prove e soprattutto che vengano restituiti i soldi che secondo  l'accusa ha sottratto dalle casse della Margherita. Si tratta come   noto di almeno 25 mln di euro. "Quanto deciso dal gip non ci stupisce, la decisione era nell’aria". E’ quanto ha dichiarato l’avvocato Renato Archidiacono che insieme all’avvocato Luca Petrucci difende il senatore Luigi Lusi, commentando la decisione del gip che ha respinto l’istanza di scarcerazione. "Ora - ha proseguito l’avvocato Archidiacono - attendiamo l'udienza del Tribunale del Riesame". Nel provvedimento di una trentina di pagine il  giudice fa una serie di considerazioni e tra questa anche il contegno   dell’indagato da quando è finito in carcere. Secondo il gip questo  “contegno” è molto peggiorato nel tempo tanto che la pubblica  accusa gli ha contestato anche il reato di calunnia. Un altro impegno fondamentale che si richiede dal senatore Lusi è quello di fare rientrare in Italia le somme di denaro trasferite in Canada. Comunque   allo stato secondo il gip D’Alessandro non sono venute meno quelle   esigenze che hanno determinato l’arresto in carcere dell’ex tesoriere. Per quanto riguarda le considerazioni fatte dalla Cassazione che  ha annullato con rinvio il provvedimento del Tribunale del riesame che confermava l’arresto in carcere, le argomentazioni della Suprema Corte  saranno oggetto dei giudici del Tribunale del riesame che in  composizione diversa da quella precedente si dovranno pronunciare nuovamente.

.

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • fonty

    fonty

    05 Agosto 2012 - 10:10

    Ma da quando in qua si tiene in galera uno per un reato minore come può essere la calunnia ? E poi la calunnia deve essere provata o forse che perchè la denuncia la ha fatta rutelli cicciobello gli credono sulla parola come fosse l'oracolo di Delfi ? No, da qualsiasi parte la si guardi questa cosa non mi convince, questo accanimento contro Lusi che fa da contraltare alla "comprensione" di giudici e mondo politico per non parlare della stampa amica (Repubblica,Il fatto, Corrierone,La Stampa, Caltagirone, ecc.ecc.)per i veri beneficiari delle elargizioni illecite, che sono quasi tutti confluiti nel PD. Con la Lega dei ladri di polli, non erano mica stati così tiepidi mi sembra.

    Report

    Rispondi

  • ciannosecco

    03 Agosto 2012 - 19:07

    Mi spiego meglio,non il wc , ma il Falso Quotidiano.Da ridere,i commentatori cerebrolesi,ancora non capiscono perchè il Gip ha negato la scarcerazione di Lusi.I manettari rincoglioniti sguazzano nell'ignoranza più totale.

    Report

    Rispondi

  • ciannosecco

    03 Agosto 2012 - 19:07

    Vedrai Pinuccio,il giochino finirà presto.Mi dispiace per te,non avrei mai immaginato che dalla tua parte ci fossero così tanti farabutti e ladri.Sapevo dei ricchioni,ma quelli non fanno male a nessuno.

    Report

    Rispondi

  • pino&pino

    03 Agosto 2012 - 16:04

    Raglia un po più piano cianno, sembri confuso.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti