Cerca

Prima il baratro, poi i conti ok: Monti non ci ha detto la verità

Premier da paura: a novembre eravamo quasi in bancarotta, oggi siamo solidissimi. Il sospetto: ha drammatizzato per poterci stangare

Siamo passati da non avere i soldi per i dipendenti pubblici ad avere le "finanze più forti d'Europa"
Mario Monti

Mario Monti visto da Benny

di Sandro Iacometti

L’Italia non ha bisogno di salvataggi europei perché ha «le finanze pubbliche più solide di Europa». Di fronte alle pressioni del presidente della Bce Mario Draghi a non nascondersi dietro un dito e a prendere l’iniziativa prima che sia troppo tardi Mario Monti ha tentato di mostrare il petto e fare lo smargiasso. Altro che crisi del debito, i nostri bilanci non fanno una grinza. Parola di professore. Eppure, poco più di due mesi fa, a fine maggio, il presidente del Consiglio giustificava le sue mega stangate fiscali sostenendo che senza di lui l’Italia sarebbe andata a picco nel giro di pochi giorni. 

Per la precisione, Monti ha rivelato che ad ottobre del 2011, secondo quanto a sua conoscenza, «il Tesoro non aveva i soldi per pagare gli stipendi e le pensioni della Pubblica amministrazione». Ora, è vero che il governo dei professori ci ha fatto arrivare sul groppone una manovra (in termini di effetti sull’indebitamento dello Stato) da circa 20 miliardi l’anno da qui al 2014, ma tra le due affermazioni ce ne passa. Possibile che sia bastato il Salva Italia per trasformare lo Stato italiano da un’azienda sull’orlo della bancarotta ad un modello di contabilità pubblica per l’intera Europa. Il premier, con tutta probabilità ha mentito, o quantomeno esagerato assai, allora come oggi. 


Leggi l'articolo integrale di Sandro Iacometti
su Libero in edicola oggi, sabato 4 agosto

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Angela70

    06 Agosto 2012 - 09:09

    dalle mie parti si dice che con i soldi degli altri siamo tutti bravi! Monti ha salvato l'Italia? certo ha tassato noi poveri illusi che lavoriamo per lui mica per toglierci gli sfizi nostri! (almeno io parlo per me)

    Report

    Rispondi

  • sfeno

    05 Agosto 2012 - 21:09

    se l'Italia non ha bisogno di finanziamenti europei perche fa tutto questo teatro per forzare la Germania a cedere?....lo si puo' interpretare come un professore della truffa .......

    Report

    Rispondi

  • SGis

    05 Agosto 2012 - 16:04

    Sono un Italiano orgoglioso e mal mi adeguerò alla sudditanza tedesca... visto anche i precedenti...prima erano carri armati ora denaro. L'europa così com'è non esiste è come in una famiglia con tanti figli dove il padre(es. Monti-Merkel) vogliono dettare determinate regole mentre i figli( le varie nazioni) fanno quello che vogliono. Questo tipo di " amministratori " dovrebbero essere processati per aver portato gli stati alla bancarotta. Basta con la Germania che si arricchisce alle nostre spalle con la complicità di questo strano automa di Monti e similari. Basta con Monti... e con i partiti che lo contestano e lo sostengono(?)...e poi tutte queste fiducie per approvare degli emandamenti. Dovrebbero per legge stabilire che si può ricorrere alla fiducia fino ad un certo numero poi basta ... non all'infinito. Questi Politici...questi partiti... sono dei cattivi amministratori da processare. Chissà se esiste qualche articolo di Legge per poter processare questi politici incapaci vist

    Report

    Rispondi

  • alfredo giulio

    05 Agosto 2012 - 16:04

    In Germania gli stipendi sono più alti, pagano meno tasse e tutto funziona. In Italia con i Politici e Professori Italiani siamo nella m.... , e ci manca solo che qualcuno faccia l'onda. Monti sta rispettando il "Trattato MES", il resto sono storielle per la stampa e ce l'ho con coloro che nel 40 fecero la guerra contro i Tedeschi per imporci il comunismo. Se fossimo rimasti sotto i Tedeschi ora staremmo e saremmo stati, bene.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog