Cerca

Intervista a Libero

Alfano e la scommessa del Pdl: "Giù tasse e debito, ecco come"

Il segretario: "Si può diminuire la pressione fiscale anche subito, vendendo in modo oculato i beni pubblici. E così riconquistiamo i moderati"

"Il Pd è il partito del 'tassa e spendi', noi quello del  'meno debito e meno spesa'. Ed Equitalia ha avuto poteri eccessivi, vanno ripensati"
Alfano e la scommessa del Pdl: "Giù tasse e debito, ecco come"

 

Da una parte, con Bersani e Vendola, ci attende la patrimoniale e una politica fiscale che, in ossequio alla diminuzione del debito pubblico, promette di continuare la crescita così come accaduto in questi mesi di governo Monti. Ma il Pdl non ci sta e con Angelino Alfano, intervistato da Salvatore Dama su Libero, promette di far diminuire tasse e debito. "E' possibile diminuire la pressione fiscale anche ora - spiega il segretario -, vendendo beni pubblici. E se non ci fosse stato Fini...". Alcune queote dei "gioiellini pubblici" (da Eni a Enel) potrebbero finire al'asta ma "vogliamo evitare ogni svendita", puntualizza Alfano. Su queste proposte economiche "è possibile unire i moderati. Tutti quelli alterntivi alla sinistra vecchia maniera possono riconoscersi", prosegue Alfano e pare un invito diretto a Casini e Udc, tentato dalle sirene di Bersani e Vendola. E proprio al Pd Alfano lancia la stoccata: "Loro sono il partito del 'tassa e spendi', noi quello del 'meno debito e meno spesa'. Equitalia ha avuto poteri talvolta eccessivi, che vanno ripensati".

 

 

Leggi l'intervista integrale di Salvatore Dama 
su Libero in edicola oggi, sabato 4 agosto

 

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • minimo

    06 Agosto 2012 - 21:09

    Ma come possono dire di diminuire le tasse quando: nel rpimo èperiodo hanno leticato, nel secondo periodo hanno sostenuto un "vorace professare". Non dite più sciocchezze.

    Report

    Rispondi

  • encol

    05 Agosto 2012 - 06:06

    E' proprio così come scrivi ma chi ci governa e coloro che vorrebbero governare sono in totale irrimediabile paranoia. Ridurre i costi della politica significa anche tagliare lo stipendio da nababbi, eliminare il vergognoso vitalizio e restituire tutto il maltolto depositandolo al ministero del tesoro. Tutto ciò con le buone maniere altrimenti entreranno in funzione i forconi VERI. Dobbiamo convincerci che questa gentaglia ci ha rovinati. Fate bene il conto anche solo a partire dal 1990 (+- 20anni) e vedrete che il furto istituzionale somma EU 500Miliardi.

    Report

    Rispondi

  • Beppe.demilio

    05 Agosto 2012 - 06:06

    Alfano seguita ad appoggiare Monti che ha distrutto il sociale e colpito lavoratori e pensionati,adesso parla di ridurre le tasse attraverso un meccanismo che probabilmente serviranno anni prima di avere la copertura finanziaria per riuscire a dare le bricciole a quelli a cui hanno tolto tutto. Alfano deve mettersi in quella zucca senza cervello che si trascina a forza che,prima di parlare di ridurre le tasse,deve restituire i soldi a tutti i pensionati che non hanno ,e non avranno anche per il 2013,la rivalutazione delle pensioni. Parlare di ridurre le tasse senza prima averci ridato quello che ci hanno rubato è una presa per il culo. Per ridurre le tasse devono colpire quelli che a cui MOnti e Napolitano non hanno tolto nulla ! Patrimoniale e soldi in nero depositati in banche estere permettono di recuperare subito molti soldi .Immigrazione ,manteniamo milioni di immigrati e altri ne arriveranno. 33 mila carcerati stranieri per 110 euro al giorno quanto fa?

    Report

    Rispondi

  • beatles14

    05 Agosto 2012 - 01:01

    sei solo un buffone. Sparisci che è meglio. Davvero tu e il cav pensate di ricevere ancora dei voti? Vorrei si votasse domani per vedere i vostri musi dopo lo scrutinio! Non vi voto nemmeno se l'alternativa fosse satana in persona.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog